Quali sono le migliori escursioni da fare in Campania?

Quando si dice “Campania” le prime cose che vengono alla mente sono il mare, il Vesuvio e Napoli. Non bisogna però dimenticare che questa splendida regione incastonata tra il mare e la montagna offre molto di più.

Parte di questa offerta è rappresentata ad esempio da alcune escursioni e trekking tra i più suggestivi del centro e sud Italia. Tra queste righe abbiamo raccolto le migliori escursioni da Fare in Campania e adatte a tutti i livelli d’esperienza.

 

Sentiero del Mediterraneo

Nel cuore del Cilento, a Marina di Camerota per essere precisi, si trova un escursione adatta anche a chi non è avvezzo a questo genere di cose. Si tratta del cosiddetto Sentiero del Mediterraneo. E’ una passeggiata a sviluppo misto, inizia con una salita poco impegnativa che arriva a meno di 200 metri d’altezza per poi passare attraverso le spiagge più belle del Cilento.

Lungo il suo percorso infatti si potranno apprezzare le bellezze della Baia degli Infreschi, proclamata riserva marina, la famosa Cala Bianca, molto conosciuta per i suoi scogli bianchi e la spiaggia di Pozzallo. Quest’ultima è una frequentata spiaggia semiurbana, la più servita dal punto di vista di punti di ristoro e servizi vari.

Se ami godere della natura in tutta tranquillità, ti raccomandiamo di percorrere questo percorso a inizio autunno o  a fine primavera. La mancanza di vacanzieri e bagnanti te lo farà apprezzare di più.

 

Sentiero degli Dei

Il sentiero degli Dei è una delle escursioni più famose in Italia e probabilmente in tutta Europa. Si snoda sulle colline della Costiera Amalfitana e collega Agerola a Nocelle, nei pressi di Positano alle pendici del Monte Pertuso.

Dura circa 3 ore e il senso in cui è consigliato percorrerlo è proprio da Agerola verso Nocelle. In questo modo tutto il percorso sarà in lieve discesa e avrai di fronte sempre il mare. In questo modo potrai godere del panorama durante le 3 ore di percorrenza. Se invece lo percorrerai al contrario, non vedrai sempre il panorama ma avrai l’occasione di fare attività fisica più intensa.

Il nome così altisonante si deve alle peripezie di Ulisse. Secondo racconti e leggende infatti questo fu il percorso che gli Dei imboccarono per salvare Odisseo dalle sirene che lo avevano ammaliato sull’Isola de Li Galli.

 

Monte Cervati

In campania esistono trekking per tutti i gusti e quella del Monte Cervati è riservata a chi ama le avventure in salita. Il Monte Cervati è la montagna più alta della regione ed è possibile scalarla partendo da vari punti.

A seconda del sentiero che si sceglie è possibile effettuare la salita con vari livelli di difficoltà anche se in nessun caso si arriva a percorsi particolarmente tecnici. La maggior parte delle escursioni sono fattibili in giornata ma c’è comunque la possibilità di pernottare lungo il cammino. Esistono varie opzioni di pernotto e se si sceglie un rifugio, potrebbe non essere una cattiva idea portare con sé anche un sacco a pelo.

 

San Liberatore

Concludiamo questo articolo con una delle migliori escursioni in Campania di livello un pò più tecnico. L’itinerario di San Liberatore si divide in due parti. La prima è costituita da una salita piuttosto impegnativa e la seconda da una discesa abbastanza tecnica.

La grande particolarità di questo sentiero è che sposa lo scenario naturale delle colline Salernitane con un panorama fantastico di tutta la città di Salerno.

In fase di salita è inoltre possibile fermarsi ad ammirare una vista unica di Vietri sul Mare, località considerata come la porta d’entrata della Costiera Amalfitana. Una volta in vetta è inoltre possibile godere di un panorama con prospettiva unica di Cava de Tirreni e della Valle dell’Irno.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi