Periodo migliore per visitare l’Italia ed evitare la folla

Probabilmente il miglior consiglio per un viaggio è che devi semplicemente visitare l'Italia almeno una volta nella vita. Che tu stia considerando di andare nel Lazio o la Calabria è difficile trovare qualcosa di negativo da dire sull'Italia. Con una storia gloriosa che risale a migliaia di anni fa e una cultura multidimensionale famosa in tutto: dalle belle arti alla moda passando per la cucina, non c'è da meravigliarsi che pianificare un viaggio in Italia sia sulla lista dei desideri di tutti.

Con oltre cinquanta siti archeologici del patrimonio mondiale dell'UNESCO (più di qualsiasi altro paese), non c'è da meravigliarsi che più di 50 milioni di turisti inondano la penisola ogni anno. I numeri non accennano a diminuire e l'alta stagione delle vacanze in Italia va da marzo fino a novembre.

 

Per evitare la folla parti in autunno o primavera

La maggior parte di noi fa le vacanze in estate e per quelli con bambini che vanno a scuola oppure hai degli orari di lavoro fissi, questa potrebbe essere l'unica opzione. Ma per molti versi l'estate non è il periodo migliore per viaggiare in Italia. Se hai un po' di margine di manovra nella pianificazione del viaggio e stai cercando di battere la folla, non sei destinato al freddo, grigio e spesso umido inverno italiano. (Anche se va detto che l'inverno nelle innevate Alpi italiane è piuttosto bello e può essere notevolmente più mite degli inverni nordeuropei o nordamericani.)

Certo, i turisti invadono l'Italia a giugno, luglio e agosto. Ma il numero di viaggiatori a marzo, aprile e ottobre scende a circa sette milioni, meno della metà degli oltre 15 milioni durante i mesi estivi. Inoltre, il clima in Italia in autunno e primavera è piacevolmente piacevole, con massime medie di 15-20 gradi, a differenza del caldo spesso torrido (25-35 gradi) dei mesi estivi, soprattutto al sud. Il clima migliore e meno turisti rendono la primavera e l'autunno i periodi migliori per visitare l'Italia.

 

Come si evita la folla in Italia in estate?

L'Italia è stata riconosciuta nel 2017 come "Meta dell'anno" nel tentativo di alleviare le attrazioni urbane assediate e invece di far luce sui suoi villaggi relativamente incontaminati. La cultura, la cucina, l'architettura e lo splendore naturale dell'Italia sono liberamente disponibili in ogni angolo della nazione, senza guadare la folla soffocante della grande città.

La Toscana, ad esempio, ha molto di più da offrire al di fuori del capoluogo Firenze. La campagna toscana è giustamente famosa, ma la vicina isola d'Elba è rimasta praticamente inosservata dai turisti provenienti dal resto d'Europa o dal Nord America. Ma con le sue spiagge, le montagne pittoresche, i villaggi rustici e una vasta gamma di cucina meravigliosa da scoprire, è stata per decenni una delle destinazioni preferite dagli italiani. Perché non fare come fanno gli italiani?

La popolarità delle Cinque Terre ha costretto i funzionari locali a considerare di limitare il numero di visitatori ogni anno. Una zona rurale con solo 4.000 abitanti, riceve più di due milioni di visitatori all'anno, concentrati per lo più nei cinque principali paesi: Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso. I pittoreschi sentieri dei contadini trasformati in sentieri escursionistici che collegano i villaggi rischiano di sgretolarsi sotto i piedi di milioni di turisti. Perché non dirigersi verso città vicine come Lerici o Levanto ed esplorare la regione delle Cinque Terre da una base molto meno affollata e meno costosa?

 

L’uccello mattiniero ottiene da mangiare

Svegliarsi presto. I consigli di viaggio più ovvi in ​​Italia riguardano l'autodisciplina, ma molti vedranno che ne vale la pena. Anche i luoghi più popolari sono in genere molto più tranquilli al mattino presto, soprattutto nei giorni feriali. Se riesci a tirarti fuori dal letto entro le 7 del mattino, farai eviterai le orde brulicanti di gente. Questo ti permetterà di dedicare qualche minuto a te stesso in un'attrazione pubblica come la Fontana di Trevi, o la possibilità di ammirare un famoso dipinto senza essere gomitato su tutti i lati dai tuoi compagni amanti dell'arte. Svegliarsi presto durante le vacanze non è un gran lavoretto nel paese che ha letteralmente inventato l'espresso. Spoiler: l'architettura italiana è ancora più bella all'alba!

 

Risparmia tempo e salta la fila

Non importa quanto sia grande la folla o quanto siano lunghe le line-up, alcune attrazioni hanno uno status "da non perdere": il soffitto della Cappella Sistina di Michelangelo, così come la Galleria degli Uffizi a Firenze, il Colosseo, la Basilica di San Pietro … o l'intera città di Venezia. I tour operator lungimiranti  ora offrono una pratica funzione “Salta la fila” nei musei e sui siti archeologici più popolari in Italia. Puoi acquistare il tuo biglietto in anticipo, incontrare la tua guida esperta presso l'attrazione prescelta e passeggiare subito! Qualche euro in più è un piccolo prezzo da pagare per evitare di sprecare diverse ore di tempo per visitare la città ogni giorno.

 

Quando a Roma…

Il vecchio detto di fare come la gente del posto è ancora valido. Impegnati a camminare oltre i luoghi turistici standard, magari perdendoti. Cerca i posti dove la gente del posto mangia, beve, fa acquisti e si rilassa. Affrontare un po 'di temporanea incertezza non solo ti allontanerà dalla folla, ma molto probabilmente farai delle scoperte deliziose, riporterai in vita storie e souvenir unici e probabilmente risparmierai anche dei soldi! Se invece stai programmando le vacanze estive valuta il noleggio barca a vela a Ponza, un’esperienza magnifica lontano dalle folle!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi