Come effettuare un trasloco avendo degli animali domestici

Traslocare significa affrontare un lungo periodo di disagi, stress e problemi di varia natura. Lo è quando si è soli o al massimo in coppia, diventa ancora più problematico e caotico, quando ci sono anche animali domestici.

Con tutte le cose che ci sono da fare infatti, si deve pensare anche a come prendersi cura del proprio amico a quattro zampe. È certo che tutto questo non sia assolutamente facile. Serve mantenere tanta pazienza e avere buona volontà, oltre che riuscire ad organizzare ogni cosa per concludere il trasloco senza intoppi e ritardi, ma soprattutto senza far soffrire l’amico a 4 zampe.

Cosa fare per evitare che il trasloco diventi motivo di stress o sofferenza per il cucciolo

La prima cosa da fare per evitare che il trasloco diventi stressante per tutti, è chiedere aiuto ad una ditta professionale, esperta e competente in modo tale da togliersi di torno un po’ di impegni e avere più tempo da dedicare all’animale.

I tecnici si possono occupare di qualunque cosa, a partire dall’imballaggio degli oggetti, fino allo smontaggio e al rimontaggio dei mobili. Inoltre, essendo persone che lavorano proprio in questo ambito, saranno certamente più in grado di farlo, senza commettere errori o perdere tempo.

Tutto questo è importante non soltanto per una questione temporale ma anche perché se l’animale percepisce che si è sereni, lo è di conseguenza, pur vedendo gente estranea che gira per casa.

Come comportarsi una volta arrivati a casa nuova

Il disagio potrebbe esserci anche quando si arriva nella nuova casa. Ciò che conta principalmente è arrivare insieme. Alcune Razze hanno bisogno di familiarizzare con il luogo in cui andranno a vivere, per cui potrebbe tornare utile portarlo qualche giorno prima, per qualche ora per inserirlo piano piano nel nuovo ambiente.

Nella nuova dimora, è consigliabile portare qualcosa di suo, affinché trovando lì la cuccia o un giochino, possa subito sentirsi a casa e a suo agio.

Come vive il trasloco un gatto

Nel caso in cui a traslocare dovesse essere un gatto, la situazione è totalmente diversa perché questo animale odia il cambiamento e la confusione. I gatti richiedono maggiore attenzione.

Può essere d’aiuto trovare un angolo protetto dove può nascondersi e giocare. Comprare un tiragraffi e mettere delle lettiere, provando così a rendere tutto più semplice. Qualora all’inizio il gatto dovesse essere instabile e assumere comportamenti strani, nessuna preoccupazione o paura perché questo è del tutto normale. Basterà qualche mese perché si abitui alla nuova situazione. Bisogna avere soltanto tanta pazienza e molto tempo da dedicargli.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi