Avventurosamente in campeggio: come attrezzarsi per una vacanza in giro per il mondo

Per le persone a cui piace l'avventura e non hanno bisogno delle comodità della vacanza tradizionale, il campeggio è la soluzione ideale. Alcuni non desiderano rinunciare proprio ad ogni comfort e scelgono destinazioni fornite di bagni, docce e bar, ma ci sono poi gli amanti della "natura selvaggia", montando la tenda e godendosi il sole, il vento, le stelle, la vegetazione e l'assenza di una casa, affrontandoli con entusiasmo e piacere. Alzarsi al mattino immersi in un ambiente incontaminato e respirare l'aria pura dona emozioni uniche e che tutti dovrebbero provare almeno una volta. La rinuncia alla vita comoda è abbondantemente compensata dall'attività fisica, dall'ammirazione della natura con le sue splendide bellezze, per rigenerare il corpo, la mente e lo spirito. Che sia in coppia o in un gruppo di amici, la vacanza in campeggio è un'esperienza indimenticabile, spostandosi in luoghi suggestivi, nuovi e sconosciuti. Fermarsi e piantare la tenda in un punto interessante o curioso è divertente e non richiede grandi spese.

Il campeggio richiede doti di adattamento ed un'adeguata organizzazione. Occorre essere ben informati e non certo improvvisare, perché vivere all'aria aperta può causare anche problemi. Bisogna essere ben equipaggiati e scegliere accuratamente l'attrezzatura da campeggio necessaria perché una vacanza non deve essere certo scomoda. La tenda è ovviamente il primo ed irrinunciabile elemento della vita in campeggio e deve assolutamente essere di qualità e molto resistente. Se non si ha molta esperienza non è il caso di scegliere modelli difficili da montare e optare per quelli moderni che lo fanno quasi da soli. Si tratta delle tende a igloo, stabili ed assai compatte. Hanno spesso una struttura che le sostiene persino su superfici dure, dove è pressoché impossibile piantare picchetti. Questi modelli però non offrono molto spazio al loro interno e generalmente permettono si restare distesi o accucciati, senza potersi alzare completamente in piedi.

La tenda canadese è invece più spaziosa e comoda e permette di stare in piedi, benché il montaggio sia indubbiamente più difficoltoso. Questo modello è anche meno stabile di quella a igloo. Se la vacanza in campeggio è di tipo itinerante, la tenda non dovrà essere molto grande perché pesante e più difficile da trasportare da un luogo all'altro e se si pratica il trekking. La misura ideale è quella con un posto in più rispetto al numero dei campeggiatori che la occuperanno. Se, invece, si sceglie un campeggio fisso, la tenda potrà anche essere più grande e confortevole. In ogni caso si deve applicare un telo incerato in quanto protegge dalla pioggia e dal sole.

Fanno parte dell'attrezzatura fondamentale anche materassini gonfiabili e sacchi a pelo, di pesantezza diversa in base al clima del luogo di destinazione. È bene anche portare con sé delle coperte, più o meno pesanti. Una torcia è imprescindibile per illuminare la tenda perché in una vacanza avventurosa non si ha a disposizione la corrente elettrica. Alcuni campeggi, comunque offrono la luce elettrica. Una lampada a batterie o a gas oppure un modello frontale sono altri attrezzi molto utili. Per cucinare è importante un fornello a gas con ricariche, disponibile in diverse dimensioni, oltre a pentole e padelle. Piatti e bicchieri possono essere in plastica, per evitare che si rompano. In base al luogo del campeggio, ci si può anche attrezzare con un frigo portatile, tavolino, sedie e sgabelli, se non ingombrano troppo.

La vacanza in campeggio comporta la presenza di insetti, come zanzare e formiche, ed occorre quindi dotarsi di repellenti da applicare sulla pelle, un insetticida spray ed eventualmente zampironi e candele alla citronella. Il resto dell'equipaggiamento comprenderà delle corde per stendere la roba ad asciugare, un kit di pronto soccorso, contenitori di plastica per il cibo, delle batterie di riserva. Sono inoltre molto utili un coltello svizzero o da sopravvivenza, il martello per picchettare e dei disinfettanti per le mani. È sempre consigliabile piantare la tenda vicino ad un fiume o ad una cascata, se non si è in un campeggio con acqua corrente. Dopo una vacanza simile il corpo e la mente saranno pronti ad affrontare la frenetica vita cittadina ma con rinnovato vigore.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi