Tgroup Arechi sconfitta in casa contro il Nuoto Catania. Siciliani in A1, tanti applausi per gli invicti

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Sfuma il sogno serie A1 per la Tgroup Arechi uscita sconfitta dalla Piscina Vitale contro il Nuoto Catania con il punteggio di 9-12 (Parziali: 2-2, 4-3, 2-6, 1-1). Come nel match di andata è stato un terzo tempo disastroso, complice anche l’uscita per limite di falli di Carmine Esposito, a punire oltremodo una compagine di casa partita benissimo ma che alla lunga ha pagato la stanchezza fisica e l’assenza del montenegrino Lobov, vittima di una frattura ad un dito.

Ciò nonostante, poco o nulla da rimproverarsi.  La Tgroup Arechi è rimasta in partita per due tempi nei quali si è  costantemente portata  in vantaggio, pur senza mai allungare, contro una compagine forte che non ha  perso la testa nei momenti chiave, uscendo fuori alla distanza con i suoi elementi più esperti, e conquistando alla lunga un meritato successo.

Grande pubblico accorso alla Vitale che ha sostenuto Busà e compagni per tutta la durata dell’incontro. Ciò ha favorito la partenza veemente dei padroni di casa che si sono portati in vantaggio con Luongo, quest’ultimo bravo a riscattarsi dopo un penalty fallito infilando Graziano dalla lunga distanza. Una doppietta di Kagar tiene in partita il Nuoto Catania che subisce ancora la rete di Massa che, ben servito da Gianluca Esposito, realizza sotto misura la rete del provvisorio 2-1.

Seconda frazione appassionante e con continui capovolgimenti di fronte. Iannicelli pesca un jolly dalla lunga distanza per il 3-2 Arechi. Dopodiché, Torrisi, La Rosa e Sparacino metteno a segno tre reti per gli ospiti intervallati dalle marcature di Massa,  Baldi e Carmine Esposito.

Al cambio di campo  la Tgroup Arechi era in vantaggio 6-5. Il crollo, inaspettato, arriva alla terza frazione dove la compagine ospite piazza un break di 4-0 che spegne l’ardore dei padroni di casa costretti a fare a meno anche di  Carmine Esposito che, nel tentativo di frenare una controfuga, raggiunge il limite dei tre falli. La mazzata che di fatto chiude il match.

Il Catania approfitta del momento  di sbandamento dei padroni di casa per andare ancora a segno  con Torrisi e La Rosa per l’ 11-8 in proprio favore.  Ultimo quarto di controllo per gli ospiti, ciò nonostante ,la Tgroup Arechi prova con orgoglio  ad accorciare le distanze, ma la fatica accumulata e la troppa precipitazione al tiro non le consentono di andare a bersaglio.  Dopodiché, è festa Nuoto Catania promosso in serie A1 ma gli applausi sono tutti per la  Tgroup Arechi capace di raggiungere per la prima volta nella sua recente storia una finale playoff, obiettivo neanche lontanamente pensato ad inizio campionato, e che mancava a Salerno dal 2008.

Tgroup Arechi – Nuoto Catania 9-12  (2-2, 4-3, 2-6, 1-1)

Tgroup Arechi: Busà, Luongo, Giordano, G. Esposito, Mutariello, C. Esposito, Busà R. Iannicelli, Spinelli L. De Rosa, Baldi, Massa, Ferrigno. All: Grieco

Marcatori: Luongo 2, Massa2  Iannicelli 1,  Busà R. 2 Baldi 1, Esposito 1.

Luongo M. (TGA) fallisce un rigore ad 1.20 del 1 tempo. Usciti per limite di fallo Carmine Esposito (TGA) nel 3 tempo e Giorgio Torrisi (CTA) nel 4 tempo. Superiorità numeriche: Arechi 5/13 + 1 rigore realizzato e 1 rigore fallito; Nuoto CTA 4/7 + 1 rigore realizzato. Spettatori: 300 circa.

Share.

About Author

Leave A Reply