Salerno Basket a Battipaglia contro Ruggi per dare il massimo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Ruggi alle porte, altra battaglia in vista per il Salerno Basket ’92 di Romilda Palumbo che affronta la sesta giornata del torneo di Serie B femminile da capolista a punteggio pieno. Palla a due domani pomeriggio – sabato 25 novembre – alle 18:30 presso il Pala Zauli di Battipaglia, casa delle Ruggine per la corrente stagione.

Sono Simone Astone e Mauro Sacco, entrambi salernitani, gli arbitri designati. Le granatine stanno attraversando un ottimo momento di forma e faranno visita alla compagine di coach Pignata, attualmente ferma a quota 4 in classifica, in una sorta di derby inedito per le prime squadre. Anch’esse con un’età media molto bassa, le avversarie promettono freschezza e grande impegno contro la capolista.

La svedese Sophie Melin, tra i punti di riferimento del Salerno Basket ’92, si dice concentrata in vista della visita alla Ruggi: “Finora abbiamo affrontato molte buone squadre e tante altre sfide difficili devono ancora venire. Quella di domani è una di queste, all’interno di un campionato equilibrato – dichiara la cestista di Stoccolma – La preparazione è iniziata presto, abbiamo disputato molte amichevoli e questo ha consentito al nostro gruppo di conoscersi e rinforzarsi in tempo per l’inizio del torneo.

Credo sia questo il motivo della nostra partenza positiva: abbiamo dato il massimo in ogni partita, riuscendo a vincerle tutte, cercheremo di continuare così anche per le prossime sfide. Sono contenta per l’avvio e non vedo l’ora di scendere in campo sabato contro un avversario non facile da affrontare. Come in ogni partita, dovremo metterci la giusta mentalità con intelligenza e agonismo. Fin qui abbiamo lavorato duramente, abbiamo raccolto i primi frutti ma non è certo finita, la stagione è ancora lunghissima”.

L’approccio di Sophie Melin è stato fin qui positivo sul parquet e fuori. “Quando non sono impegnata con allenamenti e partite mi piace leggere, andare in giro per Salerno e passeggiare – spiega – La città è molto piacevole, soprattutto al lungomare. L’Italia è fantastica con la sua gente e la buona tavola.

Sto frequentando lezioni di italiano, cosa che negli ultimi tempi mi ha aiutato a farmi capire meglio dalle mie compagne e dallo staff tecnico ma anche nella vita di tutti i giorni. Questa esperienza mi sta dando tanto, sono felice”.

Share.

About Author

Leave A Reply