Teatro delle Arti, in scena lo spettacolo “sette vizi Napoletani”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

sabato 25 novembre TEATRO DELLE ARTI – Gianfranco e Massimiliano Gallo in “sette vizi Napoletani“. “Con questo spettacolo torno alla mia triplice identità, quella di autore, attore e cantante” spiega Gianfranco Gallo tra i protagonisti di Gomorra 3. Al suo fianco il fratello Massimiliano apprezzato nella comedy fantasy di Rai 1 Sirene.

I pregi e soprattutto i difetti di un popolo unico al centro della scena del Teatro Delle Arti dove sabato prossimo, 25 novembre alle 21.15, si trasferisce ”Che Comico”, la stagione ideata e messa in piedi dalla Gv Eventi con la direzione artistica di Gianluca Tortora.

Sul palco i fratelli Gianfranco e Massimiliano Gallo, due partenopei divenuti ormai nomi di spicco delle produzioni teatrali televisive, cinematografiche: il primo quest’anno interpreta il ruolo di Giuseppe Avitabile, il suocero di Genny Savastano in Gomorra 3, il secondo è Carmine Gargiulo nella serie comedy-fantasy Sirene di Rai1. Insieme saranno i protagonisti de “I sette vizi napoletani”, uno spettacolo di teatro canzone in cui si raccontano i vizi del popolo al quale entrambi appartengono in modo viscerale.

Dalla “Cazzimma” alla “Bizzuocaria”, dalla “Vittimismeria” alla “Sfrantummazione” e poi la “Maschimeschinità”, la “Scassoneria” e “La Camorra”, Gallo immagina e racconta a modo suo i vizi del popolo al quale egli stesso sente in modo viscerale di appartenere. Sette parole che nel suo stile caustico ed ironico accompagnano gli spettatori in un viaggio unico in cui tradizione e modernità si fondono alla perfezione.

I testi sono molto forti e significativi costituiti da parti comiche ma anche da momenti di commozione e di gran suggestione nel segno della tipica scrittura di Gallo, autore ormai con una sua precisa poetica.

INFO UTILI Lo spettacolo andrà in scena al Teatro Delle Arti sabato 25 alle 21.15. Il costo del singolo biglietto è di 20 euro. Per informazioni e prenotazioni: 089 233998 oppure 3274934684 – www.teatroridotto.com.

Share.

About Author

Leave A Reply