Umberto Smaila e la sua band al Modo risto-pub di Salerno

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Domani sabato 18 novembre, Umberto Smaila e la sua band accompagneranno gli ospiti del Modo, risto-pub con musica di Salerno, elegante struttura in cui musica, spettacolo, ospitalità e gastronomia si sposano in solida armonia. Un luogo in cui durante la settimana si alternano sulla scena affermati dee-jay, noti musicisti jazz e cantanti di elevata caratura, da Mario Biondi agli Avion Travel, da Patti Pravo a… Umberto Smaila, uno dei rari e più completi show-men che possiamo vantare in Italia.

Modo è un locale versatile dall’atmosfera cangiante, che si adatta agli eventi in programma, mantenendo però integra la sua anima raffinata e glamour, dallo stile unico. Anche la serata del 18 novembre con il dinner live show di Umberto Smaila non potrebbe essere più variegata e ad alto tasso di divertimento.

Grande entertainer capace di contagiare e coinvolgere il pubblico in sala, Smaila, infatti, possiede una sorprendente ecletticità e l’innata abilità di variare il suo vasto repertorio musicale secondo le proprie emozioni e l’estro del momento, catturando l’umore, l’atteggiamento e le aspettative del pubblico. Umberto alterna brani musicali di ogni genere e “sapore” con dialoghi frizzanti, a volte surreali, aneddoti e battute.

Smaila fa viaggiare con la musica nel tempo e nella fantasia di chi lo ascolta, per creare ogni volta uno show unico, mai uguale a sé stesso, ma dal marchio inconfondibile, energetico per l’umore e per lo spirito.

Dove
Modo – Ristorante & Club
Viale A. Bandiera c/o The Space – Salerno
Tel. 089.303130 – Cell. 320.3520115 – 338.2255385
Web: www.modortistorante.it – Email: info@modoristorante.it
Facebook: @modo.ristorante
Quando
Sabato 18 novembre 2017, a partire dalle  21:30, prenotazione obbligatoria, menu alla carta

UMBERTO SMAILA

Note biografiche

Umberto Smaila nasce a Verona il 26 Giugno 1950. Negli anni Sessanta si avvicina alla musica rock e beat, prendendo parte a varie formazioni musicali veronesi mentre al liceo classico della città scaligera conosce quelli che saranno i suoi compagni di tutta una vita: Jerry Calà, Franco Oppini e Nini Salerno. Assieme a loro, nel 1971, forma il gruppo cabarettistico e musicale “I Gatti di Vicolo Miracoli”, con cui nel 1977 approda al grande successo televisivo di Non Stop, che vede il gruppo protagonista assieme a Massimo Troisi, Carlo Verdone, “Gaspare e Zuzzurro” e Francesco Nuti con i “Giancattivi”.

Sono anni d’oro per i quattro artisti veronesi: nel 1979 e nel 1980 due grandi successi cinematografici di fila sotto la regia di Carlo Vanzina: “Arrivano i Gatti” e “Una vacanza bestiale”. Ma non basta: nel 1980 arriva anche il Disco d’Oro, per il milione di copie vendute di “Capito?”, la sigla di Domenica In. Nel 1982 Jerry Calà lascia il gruppo e da quel momento i “Gatti” superstiti cominciano a perseguire progetti diversi e percorsi personali.

Umberto Smaila è l’autore di tutte le musiche dei “Gatti” e nel 1986 compone per Anna Oxa “È tutto un attimo”, che porta al Festival di Sanremo con enorme successo: a distanza di ventotto anni questo brano è ancora un evergreen con più di 20 milioni di copie vendute. Dal 1987 al 1991 Smaila presenta Colpo Grosso per il circuito tv Italia 7, il più straordinario successo televisivo di quegli anni, mente sulle reti Mediaset conduce diversi programmi fino al 1995. Non vanno inoltre dimenticate le sue molte partecipazioni a diversi film, di cui l’ultimo, non ancora uscito, è Odissea nell’ospizio che, sotto la regia di Jerry Calà, vede riuniti di nuovo i quattro Gatti di Vicolo Miracoli.

Nel 1990 Umberto sbarca a Poltu Quatu, in Sardegna, dove tiene a battesimo il primo “Smaila’s”, il locale che ha rilanciato la musica dal vivo in tutta Italia, un “format” molto apprezzato poi replicato da Umberto Smaila con successo in luoghi diversi nel corso degli anni (dopo Poltu Quatu, Porto Rotondo, Campo Verde (Latina), Milano, Verona, Gallipoli, Sharm el-Sheikh, le navi da crociera Grimaldi, Capo Milazzo…).

Da diversi anni l’attività principale di Umberto sono i concerti che tiene periodicamente da grande entertainer negli Smaila’s e in tanti teatri e locali italiani. Spesso accompagnato da suo figlio Rudy, Umberto ha ormai abbondantemente superato la soglia dei 5.000 concerti: la musica è la sua passione primaria e assoluta.

Share.

About Author

Leave A Reply