Piano Solo Festival: la notte musicale di Marco Tezza

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Venerdì 17 novembre, Chopin e Schumann protagonisti del secondo appuntamento dell’undicesima edizione del Piano Solo Festival presso il Salone dei Marmi del Comune di Salerno. Ingresso libero.

Sarà il pianista Marco Tezza, venerdì 17 novembre, alle ore 19, nella abituale cornice del Salone dei Marmi di Palazzo di Città, ad impreziosire il secondo appuntamento dell’ XI edizione del Festival Pianistico Internazionale Piano Solo, promosso dai pianisti Paolo Francese e Sara Cianciullo, ospite del Comune di Salerno, con il contributo della Pisano Ascensori e la collaborazione di Santarpino Pianoforti.

Da sempre la notte è stata fonte di alta ispirazione artistica ed ha esercitato il suo fascino, spesso ammantato di mistero, anche sui più grandi musicisti che, in particolare nel periodo romantico, hanno composto pagine ed opere immortali legate alle sensazioni che questa suscitava.

La Notte può evocare la quiete di un chiaro di luna da cartolina, ma è soprattutto uno spazio-tempo della mente dove passioni, ricordi, emozioni e perfino incubi, si intrecciano e muovono l’anima. Una magia coinvolgente che emergerà con forza  con il concerto dal titolo “… A proposito della notte”, che vedrà protagonista il pianista Marco Tezza, un artista completo che affianca l’attività di direttore d’Orchestra a quella di esecutore: affermatosi in numerosi Concorsi Pianistici internazionali, svolge una  fitta attività concertistica in prestigiose sale in Europa, nelle due Americhe, Africa, Medio Oriente e Asia, collaborando in veste di solista e di direttore con importanti orchestre.

L’originale personalità l’ha portato ad avere come partners per la musica da camera strumentisti quali Ughi, Brunello, Carmignola, Ashkenazy, Klein e Nordio.

Pianista di grande caratura e originalità interpretativa, Tezza “racconterà” tutte le sfumature della Notte attraverso una scelta di Notturni di Fryderyk Chopin e le visionarie fantasie dei Phantasiestücke di Robert Schumann.

Sarà il Notturno la forma musicale regina del programma, con l’esecuzione di un florilegio di notturni di Fryderyk Chopin. Tramite questa forma musicale, dunque, il compositore tenta di esprimere in musica la propria concezione dell’ ambiente notturno e le emozioni che di fronte ad esso prova. In tal modo il notturno, pur conservando il carattere meditativo ed immaginativo, presenta un ampio spettro di variabilità, a seconda dell’animo del compositore, ma anche dell’ascoltatore.

Ascolteremo lo Chopin del primo Notturno in Si bemolle dell’op.9, delle due pagine dell’opera 37, dei due notturni in Do e in Fa diesis dell’op.48, per chiudere con il secondo in Mi dell’ opus 62. Omaggio finale a Robert Schumann con i Fantasiestucke op.12, una pagina in cui si respira un’aria di notturna poesia romantica tra modulazioni di affettuosa dolcezza espressiva e travolgente eccitazione psicologica.

BIOGRAFIA

Marco Tezza, nato a Vicenza nel 1964, si forma musicalmente con Milde Molinari e successivamente al Conservatorio della sua città; seguendo i corsi di pianoforte con Carlo Mazzoli e di violino con Giovanni Guglielmo e Giuliana Padrin.

Diplomatosi nel 1984 in pianoforte con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, a na la sua preparazione in Italia con Jorg Demus, Gyorgy Sandor (Accademia pianistica di Imola) e Bruno Canino, in Francia con Aquiles Delle Vigne frequentando l’Ecole Normale “A. Cortot” di Parigi dove ottiene il Diplome Superieur d’Exécution. A questo a anca importanti a ermazioni in numerosi Concorsi Pianistici: Città di Treviso 1°Premio; La Spezia 1° Premio; RAI 1° Premio; ARAM 1° Premio; Moncalieri (Premio Europeo per la musica da camera) 1° Premio; Busoni (laureato) e una  tta attività concertistica in prestigiose sale in tutto il mondo (tra cui La Fenice di Venezia, Auditorium RAI di Torino, Milano, Roma, Tonhalle di Zurigo, Ginevra, Lugano, Salle Cortot di Parigi, Bruxelles, Musikhalle di Amburgo, Colonia, Washington, New York, Säo Paulo, Rio de Janeiro, L’Avana, Forbidden City Concerthall di Pechino, Manasterly Palace Il Cairo, Gumi Music Festival (Korea), Australia e Nuova Zelanda, solo per citare le più importanti).

 Prossimo appuntamento: Salone dei Marmi venerdì 23 novembre ore 19 – Yuri Bogdanov – Musiche di P.I.Tchaikovsky, F.Chopin, F.Liszt.

Share.

About Author

Leave A Reply