Opera Domani arriva a Salerno per avvicinare i giovani studenti all’opera lirica

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Il progetto Opera Domani, creato dall’As.Li.Co. (Associazione Lirica e Concertistica Italiana), è finalmente arrivato nella Provincia di Salerno: la sua finalità prevalente è l’avvicinamento del giovane pubblico delle scuole della Primaria e della Secondaria di I grado al mondo dell’Opera, essendo il melodramma patrimonio della cultura italiana ed europea, attraverso la trasmissione del sapere ai loro insegnanti e l’adattamento delle Opere per gli studenti.

La piattaforma di As.Li.Co., che da oltre 20 anni educa il pubblico di bambini e ragazzi all’Opera Lirica ed alla musica sinfonica, crea percorsi didattici divertenti, interattivi, strutturati per fasce d’età, da realizzare in classe e che culminano con la partecipazione attiva all’Opera nello spettacolo conclusivo, direttamente dal proprio posto in teatro: canteranno alcune arie dell’Opera, utilizzeranno oggetti di scena realizzati a scuola e compiranno gesti scenici, guidati dal Direttore d’orchestra.

Il progetto è caratterizzato da una prima fase di formazione per gli insegnanti attraverso uno specifico percorso didattico che viene organizzato in tutte scuole interessate nei mesi precedenti lo spettacolo; contestualmente, i docenti lavoreranno con i propri alunni in classe e infine parteciperanno allo spettacolo che si terrà nel mese di Maggio 2018 al Teatro Palapartenope di Napoli.

L’edizione 2017/18 è un emozionante viaggio all’interno del mondo della Carmen, alla scoperta della celebre opera di Georges Bizet, declinata, per questa edizione, in un’affascinante e colorata ambientazione circense.

Come per ogni edizione, il lavoro didattico sull’Opera Lirica offre la possibilità di parlare ai giovani di tematiche importanti e quest’anno la Carmen offrirà la possibilità di affrontare con bambini e ragazzi anche il delicatissimo tema della violenza e della sua prevenzione, della libertà e della scelta, della parità di genere, degli stereotipi e della società che cambia dentro e fuori dalla scuola.

Imparare a cantare le arie dell’Opera Lirica e costruire piccoli oggetti di scena con cui intervenire dal proprio posto in platea, queste sono alcune delle attività di Opera Domani che trasformano i piccoli spettatori in coprotagonisti di uno spettacolo di opera lirica in piena regola. Coltivare il naturale entusiasmo dei giovani per la musica e accendere in loro la passione per un genere musicale spesso considerato ‘noioso’, difficile o nel migliore dei casi, riservato ad una ristretta cerchia di estimatori, è la regola di As.Li.Co., diventata ormai una realtà consolidata in moltissime città italiane.

Il progetto Opera Domani, giunto alla ventunesima edizione, mette in azione uno staff di professionisti con competenze didattiche, artistiche e musicali che guidano insegnanti, bambini, ragazzi (spesso coinvolgendo anche le loro famiglie) alla scoperta di quella magica e complessa macchina da sogni che è l’Opera Lirica.

Molte le novità di questa edizione che vede, oltre al consueto e prezioso sostegno di istituzioni come Regione Lombardia, Miur, Ministero dei Beni Culturali e del Turismo e di Fondazione Cariplo, la presenza di due importantissime realtà: Nati per la Musica, che promuove la musica come strumento di relazione per uno sviluppo migliore del bambino e ActionAid Italia che si occuperà della supervisione scientifica sul lavoro nella prevenzione della violenza domestica e della lotta agli stereotipi di genere.

As.Li.Co., Associazione Lirica e Concertistica, con sede a Milano, fondata nel 1949, ha come finalità prevalente l’avvicinamento del giovane pubblico delle scuole al mondo dell’Opera, essendo il melodramma un grande patrimonio della cultura italiana ed europea, attraverso la trasmissione del sapere ai loro insegnanti e l’adattamento delle Opere per gli studenti delle varie fasce d’età.

A tal fine, As.Li.Co., ha creato nel 1997 Opera Education, un modo innovativo di pensare e proporre l’educazione musicale, diventato, negli anni, una vera e propria piattaforma programmatica che mette in atto percorsi formativi volti alla diffusione dell’Opera lirica e che si declina in progetti rivolti agli stu- denti dei vari segmenti scolastici da 0 a 18 anni: Opera Baby (0-3 anni), Opera Kids (3-6 anni), Opera Domani (6 -15 anni), Opera.it (15-19 anni); ai quali si sono aggiunti i progetti di Orchestra in Gioco (per gli studenti di scuole secondarie di I e II livello) e Opera -9 nell’attesa ti racconto… (per i bambini ancora nel pancione).

L’associazione collabora attivamente con la Fondazione Cariplo, la Regione Lombardia e fa parte del circuito R.E.S.E.O., piattaforma europea che sostiene la promozione dell’Opera e della danza attraverso progetti atti a portarne avanti la diffusione; è, inoltre, patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Dal 1997, intere platee di bambini più o meno grandi, sono cresciuti in compagnia delle note di Mozart, Verdi, Wagner, Gluck, Rossini, Puccini solo per citare alcuni fra i più grandi del passato, ma anche autori contemporanei.

Opera Domani, giunta alla 21° edizione, è il progetto che realizza le finalità della piattaforma Opera Education, rivolto agli studenti della scuola Primaria e Secondaria di I grado.

Oggi, Opera domani coinvolge annualmente circa 140.000 studenti, 5.000 insegnanti in tutta Italia, gra- zie a collaborazioni con associazioni territoriali, come nel caso della Campania e sud Italia, dove il pro- getto è promosso dall’associazione Capri Opera Festival, ma anche in Europa, grazie a importanti co- produzioni che negli anni si sono consolidate, esportandolo anche in Francia, Spagna, Belgio, Germania e Oman.

 

Share.

About Author

Leave A Reply