Modo di Salerno, La maschera presenta il suo ultimo disco Parcosofia

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Domani sera al Modo di Salernola maschera” presenta il suo ultimo disco “parcosofia”. Lunedì 27 novembre Paolo di Sabatino, Christian Galvez e Dennis Chambers.

Se da un lato il cartellone live del Modo è in grado di stupire il pubblico con nomi altisonanti della scena internazionale del jazz, dall’altra punta sui ritorni come per rimarcare un legame che non vuole dissolversi. E così domani sera (venerdì 24 novembre 2017), dalle ore 22, a salire ancora una volta sul palco del Modo di Salerno (via Bandiera) sarà “La Maschera”, il quintetto composto da Roberto Colella (voce, chitarra acustica, flauto, sassofono, tastiere), Vincenzo Capasso (tromba), Alessandro Morlando (chitarre), Marco Salvatore (batteria) e Antonio “Gomez” Caddeo (basso, contrabbasso).

A tre anni di distanza da “’O Vicolo ‘e l’Allerìa”, oltre 100 concerti in giro per la Campania e per tutta Italia ed il sold-out al Teatro Bellini, La Maschera propone un disco, “ParcoSofia”, in cui convivono anime diverse tra loro, come diverse sono le direzioni musicali che caratterizzano gli 11 brani che partono da Napoli e arrivano fino in Africa, grazie al fortunato incontro artistico col musicista senegalese Laye Ba. Nel disco tra gli altri, alcuni compagni di viaggio e ospiti speciali: Claudio Domestico, che ha curato anche la produzione artistica di ParcoSofia, Daniele Sepe ai fiati e a tanto altro, Michele Maione alle percussioni, Arcangelo Michele Caso al violoncello, Michele Signore agli archi, ai plettri e ai missaggi, Dario Sansone, Martina De Falco e Alessio Sollo ai cori.

Lunedì 27 novembre saranno Christian Galvez (bass), Paolo Di Sabatino (piano) e Dennis Chambers (drums) a calcare le tavole del Modo di Salerno con il loro “Trace elements”. E poi ancora il 5 dicembre Antonio Faraò (piano) in quartetto con Martin Gjakonovski (contrabbasso), Vladimir Kostadinovic (batteria) e Charles Tolliver, attualmente uni dei migliori trombettisti al mondo, un musicista straordinario per il quale, lo stesso Dizzy Gillespie, ha apertamente dichiarato il suo apprezzamento. L’8 dicembre ancora tanta buona musica con Joan Thiele, nel 2016 è uscito il suo primo ep “Joan Thiele” e lo scorso 25 agosto ha pubblicato il suo nuovo singolo “Armenia”.

Il 14 dicembre il cartellone riporta il nome di Peter Cincotti, il pianista e cantante di origini italiane ma di fatto newyorkese che ha collaborato con artisti del calibro di Davide Guetta, Andrea Bocelli e Simona Molinari. Il 20 dicembre, per il tradizionale appuntamento natalizio, il Modo quest’anno ha voluto puntare su Johnny ‘O Neal. Noto negli anni ‘80 come il pianista di Art Blakey, e come sideman di molti altri grandi artisti, oggi conferma di essere un artista a “tutto tondo”, un vero intrattenitore, capace di incantare sia suonando che cantando.

Immancabile anche quest’anno l’appuntamento con il cabaret. E così il 15 dicembre torna la comicità dei Villa per Bene, un classico per gli habitué del locale di via Bandiera. Così come ormai è un appuntamento fisso in calendario la cena solidale per sostenere i progetti promossi da Ai.Bi., l’Associazione Amici dei Bambini costituita da un movimento di famiglie adottive e affidatarie. Con la cena di venerdì 1 dicembre si potranno sostenere tutti le iniziative messe in campo dalla sezione salernitana.

Info line: 089.303130 oppure il sito internet www.modoristorante.it pagina Fb Modo Live.

Share.

About Author

Leave A Reply