Maurizio Casagrande “E la musica mi gira intorno” sul palco dell’Arena del Mare di Salerno

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Maurizio CasagrandeE la musica mi gira intorno”  il 26 agosto all’Arena del Mare di Salerno con il Summer Tour 2017.

L’attore e regista Maurizio Casagrande sta registrando ovunque il tutto esaurito con il suo spettacolo “E la musica mi gira intorno” e arriverà, sabato 26 agosto, sul palco dell’Arena del Mare di Salerno.

Una sfida ambiziosa e non facile, tra l’incredulità del pubblico che ha conosciuto un nuovo Maurizio Casagrande, attore, cantante, intrattenitore, batterista, protagonista di se stesso, che unisce la sua passione della musica a quella del teatro, in  questo grande successo di pubblico del Summer tour 2017. Uno show coinvolgente e trascinante per tutte le età, per il suo intrattenimento divertente e pulito, senza banali allusioni che involgariscono e canzoni evergreen cui tutti amano ascoltare e cantare.

La regia dello spettacolo è di Maurizio Casagrande con l’aiuto regia di Tiziana De Giacomo. Ad accompagnare Casagrande sul palco: l’attore comico Peppe Fiore, le due cantanti e attrici Valentina Ruggiero e Samantha Sessa e la band, composta da  Cocò Claudia Vietri, alle tastiere e piano; Giuseppe di Muro alla chitarra; Alessandro d’Ascoli al basso e alla batteria Simone Landi.

Le date del Casagrande One Man Show sono sempre in continuo aggiornamento sulla pagina facebook dell’artista,  sulla quale troverete tutte le info sia per l’acquisto dei biglietti sia del luogo da raggiungere.

Lo spettacolo parte da un presupposto che preoccupa l’artista: “Un uomo senza passato è un uomo che non ha futuro”, ricostruisce la sua vita in maniera divertente e spensierata, attraverso canzoni famose dagli anni ’50 fino ad oggi. Casagrande mette in scena un vero e proprio show destinato a ogni fascia d’età, articolato in vari passaggi di epoche e stili.

Uno spettacolo brillante e divertente dove ogni canzone, per il talentuoso attore napoletano, è uno spunto per raccontare al pubblico i suoi ricordi, i suoi aneddoti e i suoi pezzi di vita.

Ogni decennio ha la sua caratteristica narrativa: si parte dagli anni ’50, quando i genitori di Maurizio si conoscono in un’atmosfera retrò. Si passa agli anni ‘60 con canzoni divertenti, legate al periodo dell’infanzia. Arrivano i ‘70, gli anni della musica rock e di Maurizio in veste di batterista. Negli anni ’80 all’artista nasce il dubbio: attore o musicista? Spensierati anni della gioventù! Gli anni ’90 parlano d’amore in chiave musical, attraverso i grandi successi di Zucchero e, per finire, alcune divertentissime riflessioni sui giorni nostri.

Maurizio si presenta al pubblico, non solo nei panni di attore, ma anche in quelli, più inusuali, di musicista, batterista e cantante. Lo show musicale è continuamente intervallato da siparietti comici tra il protagonista e un disturbatore, definito Omuncolo (Peppe Fiore), che s’intrometterà continuamente nei discorsi di Casagrande. Due cantanti faranno da coro e da contrappunto allo svolgersi dei vari momenti musicali e recitativi dello spettacolo, fornendo anche loro spunti comici e divertenti.

Share.

About Author

Leave A Reply