Hybrid Theory: domani il racconto tra musica e parole di Massimo De Divitiis e Francesco Di Bella

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Hybrid Theory: domani il racconto tra musica e parole di Massimo De Divitiis e Francesco Di Bella. Domenica appuntamento con il Cinema d’Essai: si proietta “Tommy” di Ken Russell

Più che un concerto, l’appuntamento di domani (giovedì 12 ottobre), alle ore 21:00, a Palazzo Fruscione è un racconto musicale. Protagonisti della sala incontri allestita al primo piano dello storico sito salernitano che ospita la mostra “Hybrid Theory”saranno Massimo De Divitiis e Francesco Di Bella. A far da trait d’union tra il racconto narrato e quello in note sarà il giornalista Carlo Pecoraro. E così brani come “Napule se sceta” (Francesco Di Bella), “Sweet baby james” (James Taylor), “Perfect day” (Lou Red), “Tre numerielli” (Francesco Di Bella), “Nun pó ferní” (Massimo De Divitiis), “Needle and the damage dorne” (Neil Young) faranno da traccia per condurre gli ospiti tra le loro storie di vita vissuta tra palco e realtà.

Tra i pezzi in scaletta, scelti dai due musicisti, ce n’è uno che li rappresenta maggiormente. Per Massimo De Divitiis è “Sweet baby james” di James Taylor ed è De Divitiis stesso a spiegarne il motivo: “James Taylor è l’artista da me sempre amato che coniuga la matrice folk a quella melodica”. Per Francesco Di Bella è Lou Red il suo punto fermo perché “coniuga l’aspetto poetico contemporaneo in una fusione musicale tra folk e rock”. Aneddoti, emozioni, progetti futuri saranno al centro dell’incontro di domani sera. L’ingresso è libero con prenotazione obbligatoria presso l’info point di Palazzo Fruscione a Salerno oppure via email a booking@tempimodernieventi.com.

Hybrid Theory” è organizzato dall’Associazione Culturale Tempi Moderni, presieduta da Marco Russo, con il sostegno del Comune di Salerno, della Camera di Commercio di Salerno, della Confesercenti Salerno ed il patrocinio dell’Università degli Studi di Salerno e della Fondazione Alario per Elea – Velia Onlus. La direzione scientifica dell’Associazione Tempi Moderni è curata da Alfonso Amendola.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI. Domenica 15 ottobre, alle ore 18:00, per il secondo appuntamento del cinema d’essai sarà proiettato “Tommy” (1975) di Ken Russell con Ann-Margret, Oliver Reed, Eric Clapton, Roger Daltrey, Tina Turner; introduce Fabio Arcieri con una riflessione di Gianfranco Marziano. Lunedì 16 ottobre, alle ore 19:00, nell’ambito della Settimana della Sociologia il talk sarà su “Le parole della sociologia: futuro” ed avrà come relatori Alfonso Amendola, Gennaro Iorio, professore associato Dipartimento di Scienze Politiche Sociali e della Comunicazione, e Maurizio Merico, professore associato Dipartimento di Scienze Politiche Sociali e della Comunicazione; mentre sul tema “Attentati al futuro: il progetto di ricerca di mediaterrorismi” interverranno Antonella Napoli e Diana Salzano del Dipartimento di Scienze Politiche Sociali e della Comunicazione, in collaborazione con la Settimana della Sociologia.

Martedì 17 ottobre, alle ore 11:00, il focus sarà su “L’Europa cosmopolita in tempi difficili” e se ne parlerà con Massimo Pendenza, professore ordinario Dipartimento di Scienze Politiche Sociali e della Comunicazione. Per giovedì 19 ottobre, ore 19:00, l’argomento scelto è quello su “La notte della lingua o l’incubo del linguaggio? Il Finnegans Wake di James Joyce” con Enrico Terrinoni; ad introdurre i lavori sarà Linda Barone, ricercatrice del Dipartimento di Studi Umanistici, seguirà l’intervento di Enrico Terrinoni docente di Letteratura Inglese dell’Università per Stranieri di Perugia; l’appuntamento è realizzato in collaborazione con “Unknown Pleasures”.

Venerdì 20 ottobre, ore 19:00, a Palazzo Fruscione con l’affermato stilista Alberto Audenino si parlerà di “Arte e moda. Un dialogo antico”, ad intervenire saranno Barbara Cangiano e Fiorella Loffredo; l’evento è realizzato in collaborazione con Campania Style.  Domenica 22 ottobre, alle ore 18:00, pomeriggio al cinema con “Quadrophenia” (1979) di Franc Roddam con Phil Daniels, Leslie Ash, Philip Davis, Mark Wingett, Sting; introdurranno lo scrittore Diego De Silva e sua figlia Chiara.

Martedì 24 ottobre reading con “Donne. Quotidianità senza luce”, presentazione del libro di Agata Piromallo Gambardella (Esi) in dialogo con Alberto Granese, Andrea Manzi e Giuliana Scalera, letture di Antonella Valitutti. Mercoledì 25 ottobre, alle ore 18:00, si presenterà “I 20 di Auschwitz” il libro di Guido Caserza (Oedipus); introdurrà la serata Francesco G. Forte; l’intervento critico sarà di Angelo Petrella, le letture di Attilio Bonadies.

Giovedì 26 ottobre, dalle ore 15:00 alle ore 19:00) ArtLAb “Dalle forme all’intaglio” con un’introduzione alle tecniche del paper-cutting a cura del Centro Informagiovani Salerno e dell’Associazione Culturale Bottega Idee Nuove.  Venerdì 27 ottobre, alle ore 19:00, nell’ambito del ciclo dedicato ai talk si parlerà di come “Innovare l’impresa con l’Arte”, relatori dell’incontro saranno Chiara Paolino, docente Facoltà di Economia della Cattolica di Milano, e Marcello Smarrelli, direttore artistico Fondazione Ermanno Casoli; interverrà Ginevra Romano, direttrice di museo. Per il finissage, sabato 28 ottobre, alle ore 21:00, Palazzo Fruscione a Salerno ospiterà il concerto di “Max Maffia & The Empty Daybox”. Gli appuntamenti sono ad ingresso libero.

Share.

About Author

Leave A Reply