Salernitana, solo un pari col Pescara. Classifica deficitaria

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Salernitana - azione di Sprocati

Salernitana – azione di Sprocati

Rossi con Bocalon potenzialmente potrebbero formare una coppia gol coi fiocchi e ben assortita. L’anno scorso Donnarumma e Coda avrebbero dovuto e potuto fare le fortune della Salernitana ma non sono stati quasi mai impiegati contemporaneamente. Errare humanum est, perseverare autem diabolicum.

Della Rocca non rende se schierato da regista davanti alla difesa, ė una mezzala. Meglio Minala o Ricci in quel ruolo. Inoltre, schierati insieme nel centrocampo a tre, Minala e Della Rocca rallentano troppo la manovra essendo entrambi compassati.

Vitale esterno alto ha deluso, così come Pucino terzino sinistro. La formazione iniziale schierata nella gara interna col Pescara non ha convinto ed infatti dopo un buon inizio ed un paio di occasioni da rete con Sprocati e Vitale ė venuta fuori la squadra abruzzese che ha conquistato il centrocampo e creato diverse azioni da gol, fino alla rete del vantaggio.

Con tanti esterni offensivi in rosa della Salernitana, aver schierato un terzino da ala sinistra non è stata una scelta condivisibile. Il tecnico probabilmente voleva coprirsi le spalle su quella fascia vista la pericolosità offensiva degli abruzzesi. Ma, in tal caso, forse avrebbe potuto considerare un diverso modulo di gioco invece di impiegare calciatori fuori ruolo nel 4-3-3.

Salernitana - Ricci in azione

Salernitana – Ricci in azione

Comunque, la reazione veemente della squadra granata nel secondo tempo e la rimonta dello svantaggio di due reti dimostrano che le qualità questo gruppo le ha. In tale frazione di gioco, inoltre, Bollini ha variato il modulo tattico ed ha effettuato le conseguenti sostituzioni dimostrando ancora una volta di saper cambiare a gara in corso.

Positivi gli ingressi in campo di Alex e Zito che hanno vivacizzato la manovra offensiva.

Sprocati, prima, con un taglio da sinistra ed un tiro a giro e Minala poi, con un tap-in su cross di Vitale, hanno consentito ai granata di guadagnare almeno un punto dopo che il Pescara aveva sprecato un paio di occasioni per portarsi sullo 0-3 in particolare con Benali.

Rivedendo le due reti subite dalla Salernitana si evidenziano errori tattici ma anche tecnici e di concentrazione. In entrambi i casi si notano due calciatori avversari soli nell’area piccola davanti a Radunovic.

Non ė tutta colpa dell’allenatore, quindi; anche diversi calciatori dovrebbero fare un po’ di autocritica per l’eccessiva superficialità in tali frangenti.

Salernitana - la grinta di Zito

Salernitana – la grinta di Zito

Nemmeno il tempo di digerire questo deludente pareggio casalingo che la Salernitana dovrà  nuovamente scendere in campo, martedì prossimo, nel turno infrasettimanale con la Pro Vercelli in trasferta.

A questo punto serve la prima vittoria, sono necessari i tre punti, altrimenti la società potrebbe prendere provvedimenti drastici sia nei confronti del tecnico, sia della squadra.

Salernitana – Pescara 2 – 2
Reti: 25′ pt Capone, 27′ st Pettinari (P), 33′ st Sprocati, 46′ st Minala (S).

Salernitana: Radunovic, Pucino (32′ st Rodriguez), Vitale, Bernardini, Dell Rocca (16′ st Zito), Tuia, Minala, Bocalon, Ricci, Sprocati, Perico (1′ st Alex). All.: A. Bollini.

A disposizione: Adamonis, Mantovani, Signorelli, Kiyine, Schiavi, Di Roberto, Asmah, Rossi, Cicerelli.

Pescara: Pigliacelli, Zampano, Coda, Brugman, Pettinari, Perrotta, Mazzotta, Capone (22′ st Benali), Proietti (1′ st Carraro), Coulibaly (33′ st Kanouté), Del Sole. All.: Z. Zeman.

A disposizione: Fiorillo, Crescenzi, Balzano, Bovo, Ganz, Valzania, Cappelluzzo, Baez.

Arbitro: Federico La Penna di Roma 1.
Assistenti: Pietro Dei Giudici (sez. Latina) –  Valerio Colarossi (sez. Roma 2).
IV Uomo: Luca Massimi (sez. Termoli).

Ammoniti: Perico, Tuia, Minala (S), Coulibaly, Pettinari (P).

Angoli: 3 – 3

Recupero: 1′ pt.

Spettatori: 9313

Share.

About Author

Leave A Reply