Salernitana corsara a Novara. Vittoria importante

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Salernitana Bollini soddisfatto al termine del match

Salernitana Bollini soddisfatto al termine del match

La Salernitana, in queste prime 11 gare del campionato di calcio di serie B, ha palesato una certezza. Non sa difendere. Quando la squadra, anche perché in svantaggio, deve giocare con propensione offensiva è capace di mettere sotto qualsiasi avversario. Quando, invece, arretra il baricentro e lascia il pallino del gioco agli avversari concede troppe occasioni da rete e spesso viene colpita con facilità.

Bollini, che probabilmente lo ha capito e sta tentando di apportare dei correttivi, nel match disputato questa sera a Novara ha impostato la squadra in modo propositivo. Gioco arrembante e atteggiamento spavaldo, rispolverando il modulo 4-3-3 a lui tanto caro, con la sorpresa Alex schierato nel ruolo di mezzala sinistra e Ricci in cabina di regia. Minala in mediana a portare legna.

In attacco turnover con Rossi e Gatto che hanno affiancato l’insostituibile Sprocati, autore di una doppietta che ha steso i piemontesi. In difesa, tornata a quattro, spazio a Pucino sulla fascia destra con l’altro insostituibile Vitale sulla fascia opposta. Bernardini e Mantovani schierati al centro.

La squadra granata ha iniziato subito ad attaccare gli spazi in fase offensiva, rendendosi pericolosa in almeno tre circostanze nel corso del primo tempo. Gatto a destra, Sprocati ed Alex a sinistra, hanno dato filo da torcere ai difensori avversari. Il Novara è andato in difficoltà ed ha subito la rete di Gatto al 17° su assist di Sprocati.

Salernitana ingresso in campo dei calciatori

Salernitana ingresso in campo dei calciatori

La reazione del Novara c’è stata, ma non è sembrata molto efficace, tranne che in occasione di un palo esterno colpito da Calderoni su assist di Ronaldo. Dopo altre due azioni offensive di un certo rilievo, nei minuti finali della prima frazione di gioco, al 38°, il Novara è riuscito a pareggiare a causa di una corta respinta di Radunovic, disturbato nell’uscita da Vitale, con un tiro dal limite dell’area di La Cruz.

La seconda frazione di gioco è sembrata rimarcare quella precedente. La Salernitana, infatti, ha iniziato a spron battuto, producendo gioco offensivo soprattutto sulle fasce e mettendo nuovamente in ambasce la difesa del Novara.

Al 12° ed al 19° le folate offensive dei granata hanno dato i loro frutti. Sprocati, infatti, ha messo a segno una pregevole doppietta. La prima rete è stata propiziata da una bellissima azione personale di Rossi che gli ha servito un assist al bacio. Il secondo gol è stato realizzato su corta respinta della difesa novarese.

Anche in questa fase di gioco la Salernitana, quando ha tirato i remi in barca, passando ad un atteggiamento più prudente ed attendistico, ha iniziato a subire troppo il gioco offensivo avversario.

Nella fase finale del match, infatti, la squadra allenata da Bollini è stata messa alle corde dai calciatori di Corini che non sono riusciti a mettere la palla in rete grazie anche ad alcuni buoni interventi di Radunovic. In una circostanza hanno colpito anche il secondo palo della gara.

Salernitana i calciatori festeggiano un gol

Salernitana i calciatori festeggiano un gol

Le mosse di Bollini per far fronte al gioco offensivo dei piemontesi, con l’ingresso in campo di Odjer al posto di Gatto e passaggio al 4-4-2 e di Kiyne al posto di uno stanco Alex (che aveva dato tutto in campo) hanno sortito un effetto positivo dando più solidità alla fase difensiva granata, anche se, a dire il vero, in un paio di circostanze Kiyine ha regalato palla agli avversari dando il via a pericolose ripartenze.

Solo al 48°, in pieno recupero, quando ormai era troppo tardi, Di Mariano ha ribadito in rete la palla parata di Radunovic, consentendo alla sua squadra di accorciare le distanze. Ma ormai era rimasto un solo minuto a disposizione per tentare il pareggio che non è bastato.

Si è avuta l’impressione che se la gara fosse durata un po’ di minuti in più il Novara sarebbe riuscito nell’impresa di pareggiare contro una Salernitana ormai alle corde.

Per le prestazioni dei singoli, voti positivi a tutti, con particolare mensione per Sprocati, autore di una doppietta ed arma in più nelle mani di Bollini.

E’ la prima volta nella storia che la Salernitana riesce ad espugnare lo stadio Silvio Piola di Novara. Da notare che nelle ultime due trasferte la squadra granata ha vinto con lo stesso risultato di 2-3.

Nel prossimo turno scenderà in campo all’Arechi l’Empoli, attuale capolista. Una squadra molto forte e che punta alla promozione in massima serie, spinta da una coppia d’attacco di grande efficacia, Donnarumma – Caputo.

In questo campionato cadetto però regna un equilibrio incredibile. Ogni match è aperto a qualsiasi risultato anche se la prima della classe incontra l’ultima in classifica. In base a questa considerazione, dunque, ci sentiamo di affermare che la squadra toscana è ampiamente alla portata della Salernitana.

Novara – Salernitana 2 – 3

Reti: 17’ pt Gatto (S); 38’ pt Da Cruz (N); 12’, 19’ st Sprocati (S), 48’ st Di Mariano (N).

Novara: Montipò, Mantovani, Chiosa (25’ st Dickmann), Golubovic, Moscati, Ronaldo (32’ st Schiavi), Sciaudone, Calderoni, Di Mariano, Macheda (22’ st Chaija), Da Cruz. All. Eugenio Corini

A disposizione: Farelli, Benedettini, Troest, Casarini, Orlandi, Del Fabro. All. Eugenio Corini.

Salernitana: Radunovic, Mantovani, Bernardini, Vitale, Pucino, Minala, Ricci, Alex (37’ st Kiyine), Sprocati (29’ st Rosina), Rossi, Gatto (25’ st Odjer). All. Alberto Bollini

A disposizione: Adamonis, Iliadis, Asmah, Rizzo, Della Rocca, Signorelli, Cicerelli, Kadi, Bocalon.

 

Arbitro: Ghersini di Genova.

Assistenti: Rossi, Cipressa.

IV uomo: Schirru.

Ammoniti: Vitale (S), Minala (S)

Angoli: 3 – 3

Recupero: 4’ st.

Share.

About Author

Leave A Reply