Al via il Festival delle Torri, organizzato dall’Ente Sbandieratori Cavensi a Cava de’ Tirreni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Il Festival delle Torri rappresenta da sempre il fiore all’occhiello dell’Ente Sbandieratori Cavensi. Ad esso partecipano, dal 1988, gruppi folkloristici provenienti da ogni parte del mondo. Il Festival delle Torri e l’Ente Sbandieratori Cavensi aderiscono alla sezione nazionale italiana del CIOFF® (Conseil International des Organisations de Festivals de Folklore et d’Arts Traditionnels), organizzazione non governativa, partner ufficiale dell’UNESCO accreditata presso il Comitato per la salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale, presente in 120 Paesi del mondo.

Il Festival delle Torri si svolge ogni anno in osservanza della Convenzione UNESCO per la Protezione e la Promozione della Diversità delle Espressioni Culturali, approvata il 20 ottobre 2005 dalla XXIII Conferenza Generale dell’UNESCO e ratificata dall’Italia con legge n. 19 del 19 febbraio 2007. La rassegna promuove la consapevolezza del valore delle diversità culturali, favorisce l’incontro tra le diverse tradizioni folkloristiche, e pone al vertice la considerazione dei princìpi e delle espressioni di dialogo fra popoli.

Il Festival delle Torri riafferma dunque il legame tra cultura, sviluppo e dialogo, per garantire la pace nel mondo e un’armoniosa convivenza tra i popoli. La diversità culturale rappresenta un valore fondamentale per lo sviluppo umano, tanto quanto il riconoscimento della biodiversità in natura; proteggendola e promuovendola, infatti, sarà possibile progredire ed interagire reciprocamente in una dinamica di scambio libera e produttiva.

Ulteriore finalità del Festival è quello di incoraggiare un dialogo multietnico, attraverso scambi culturali e rispetto reciproco tra i popoli, grazie ad un’attenta contemplazione del “tema della Pace”. In linea con le finalità dell’UNESCO, l’evento considera l’Educazione un diritto umano fondamentale, la cui tutela è di primaria importanza per perseguire la missione di pace. Attraverso un adeguato percorso educativo sarà dunque possibile debellare la povertà, favorire lo sviluppo sostenibile e facilitare il dialogo interculturale, incentivando lo sviluppo di sistemi pedagogici inclusivi.

IL PROGRAMMA

GIOVEDÌ 3 AGOSTO

Salone di Rappresentanza del Palazzo di Città, ore 12.00

Saluto dell’Amministrazione Comunale all’Ensemble Georgian Folklore.

Sottoscrizione del protocollo d’intesa per la realizzazione

del circuito internazionale delle Torri della Pace.

Piazza Vittorio Emanuele III, ore 20.30

Spettacolo dell’Ensemble Georgian Folklore.

VENERDÌ 4 AGOSTO

Salone di Rappresentanza del Palazzo di Città, ore 12.00

Saluto dell’Amministrazione Comunale al Ballett Folclorico de Chile.

Sottoscrizione del protocollo d’intesa per la realizzazione

del circuito internazionale delle Torri della Pace.

Con la partecipazione dell’Arch. Maurizio di Stefano, Console Onorario del Cile a Napoli.

Piazza Vittorio Emanuele III, ore 20.30

Spettacolo del Ballett Folclorico de Chile.

SABATO 5 AGOSTO

Salone di Rappresentanza del Palazzo di Città, ore 12.00

Saluto dell’Amministrazione Comunale ai rappresentanti

diplomatici dei paesi di provenienza dei gruppi partecipanti.

Corso Umberto I, ore 19.00

Corteo dei gruppi partecipanti lungo l’antico borgo.

Piazza Vittorio Emanuele III, ore 20.30

XXVIII Rassegna Internazionale di Musica, Danza, Arte e Folklore.

Con la partecipazione dei gruppi di Cile, Georgia, Messico, Sudafrica e Italia.

DOMENICA 6 AGOSTO

Santuario di San Francesco e Sant’Antonio, ore 19.00

Messa solenne di ringraziamento.

Musica e canti religiosi dal Cile e dalla Georgia.

Share.

About Author

Leave A Reply