Carpedil Ipervigile Salerno festeggia la nuova convocazione in nazionale di Rae Lin D’Alie

Rae Lin D’Alie

Rae Lin D’Alie

L’italo-americana Rae Lin D’Alie, playmaker in forza al roster di Gigi Salineri, è stata convocata ancora una volta nella nazionale italiana maggiore di pallacanestro.

La ragazze del Wisconsin, ma originaria di Calvanico, è stata convocata da coach Roberto Ricchini per il raduno che si terrà da domani nel Centro Sportivo dell’Acqua Acetosa di Roma.

Nel Lazio la nazionale azzurra preparerà le partite di qualificazione a EuroBasket Women 2013 che si giocheranno tra giugno e luglio. D’Alie e compagne lavoreranno all’Acqua Acetosa e poi disputeranno due tornei internazionali prima dell’esordio nel ciclo di qualificazioni: a Pomezia (25-27 maggio) l’Italia affronterà Olanda, Grecia e Bulgaria mentre a Belgrado (3-5 giugno) le nostre avversarie saranno Serbia, Romania e Israele.

Poi si farà veramente sul serio. Le azzurre sono state inserite nel girone E con Lussemburgo, Grecia, Finlandia e Lettonia e proprio a Riga l’Italia giocherà la prima partita di qualificazione il 12 giugno. L’esordio casalingo è fissato per il 20 giugno a Frosinone con il Lussemburgo mentre le altre tre partite saranno giocate a Latina, sempre con la diretta su Sportitalia a partire dalle 21. Si qualificano due squadre per girone.

Felicità in casa Carpedil Ipervigile Salerno e, in particolare, per Angela Somma che con questo riconoscimento vince un’altra scommessa: “A luglio molti avevano commentato questo acquisto come un azzardo”, ha detto il presidente del roster granata.

“Ma da sempre io e coach Salineri abbiamo creduto nelle potenzialità della ragazza che ha ripagato la nostra fiducia e, dopo la salvezza conquistata a Siena, si è guadagnata un’altra meritatissima convocazione tra le azzurre. Giocare con la maglia della nostra nazionale è sempre stato il suo sogno più grande. Infatti, anche se è nata negli Stati Uniti, Rae si sente molto italiana visto il suo rapporto viscerale con le sue origini”.

Entusiasta anche l’atleta americana, nata il 31 ottobre 1987 a Wateford, nel Wisconsin, ma originaria di Calvanico. I suoi nonni, in cerca di fortuna, arrivarono negli States dopo la seconda guerra mondiale e il loro cognome fu modificato dal locale ufficio anagrafe da D’Elia a D’Elia. “Non ci credo ancora. Questo è un dono di Dio”, ha detto D’Alie.

“Io sono molto credente e credo che lui mi abbia aiutata tanto. Pensavo di riuscire a guadagnarmi la convocazione ma soltanto tra qualche anno. Invece, alla mia prima stagione vera in Italia sono stata scelta per la seconda da coach Ricchini. E’ un sogno per me. La mia famiglia negli Stati Uniti è felice, contenta ed io sono orgogliosa di vestire la maglia azzurra. Questo è il mio obiettivo, questo è il mio sogno”. Infine l’italo-americana ha una dedica speciale da fare: “Ringrazio Angela Somma, senza di lei non sarei mai arrivata a questo punto”.

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>