Buongiorno Ceramica, in Campania gli eventi più belli

0

3° edizione  – 2-3-4 giugno 2017. Tre giorni all’insegna del colore e della creatività che hanno fatto della ceramica una nuova passione.

Il primo week-end di giugno 2017 in 36 città della ceramica in Italia, ma non solo… il fatto a mano, l’arte di modellare, la gioia creativa, fanno tendenza e contagiano l’Europa con i tanti Hola Ceramica! Guten Morgen Keramik! Bongu Ceramika! e così via.

E’ la rassegna d’inizio estate che salvaguardia la bellezza e stimola la creatività. E’ l’appuntamento più gioioso e originale dell’arte e dell’artigianato. Impossibile non averlo in agenda, non pensare di partire per una delle location più vivaci. Sta contagiando anche chi non era mai entrato in un atelier e cresce la comunità degli handicraft lovers.

Piace l’atmosfera colorata e altamente creativa, vibrante, fatta d’incontri, musica, poesia,  food e dove le aperture straordinarie di forni e fornaci, atelier e botteghe ceramiche fanno da sfondo alle eccellenze artigiane e artistiche del fatto a mano ma anche a concerti, letture, performance. Tutti sono coinvolti nel vivo delle attività con laboratori, dimostrazioni e lezioni di tornio e decorazione, incontri con i maestri, tour dedicati, happening, prime colazioni e aperitivi con l’artista. Non mancano neanche i laboratori tattili e sensoriali al buio. Oltre 300 eventi in contemporanea dal mattino fino a notte.

Tre giorni insomma in cui le Muse non saranno solo rappresentate sulle ceramiche ma si incontreranno mischiando saperi e linguaggi.

A tre anni dalla nascita, Buongiorno Ceramica! è cresciuta così tanto da oltrepassare i confini nazionali. La lunga festa diffusa della creatività e dei colori oltre ad unire nel segno della tradizione artigiana per tre giorni tutta l’Italia, ha contagiato infatti anche altri Paesi europei.

Spagna, Romania, Slovenia, Austria, Germania, Repubblica Ceca, Portogallo e Malta hanno aderito e messo in campo il loro BUONGIORNO CERAMICA!

In Italia, le 36 le città che ospiteranno l’evento sono le città di antica tradizione ceramica: Albisola Superiore, Albissola Marina, Ariano Irpino, Ascoli Piceno, Assemini, Bassano del Grappa, Burgio, Caltagirone, Castellamonte, Castelli, Cava dei Tirreni, Cerreto Sannita, Civita Castellana, Deruta, Este, Faenza, Grottaglie, Gualdo Tadino, Gubbio, Impruneta, Laterza, Laveno Mombello, Lodi, Mondovì, Montelupo Fiorentino, Napoli-Capodimonte, Nove, Oristano, Orvieto, San Lorenzello, Santo Stefano di Camastra, Sciacca, Sesto Fiorentino, Squillace, Urbania, Vietri sul Mare.

Stefano Collina, Presidente di AiCC, Associazione Italiana Città della Ceramica, organizzatrice dell’evento, (da quasi vent’anni a capo dell’AiCC e da inizio 2017 eletto Presidente del Gruppo Europeo “Città della Ceramica” composto da 8 nazioni), si dimostra molto soddisfatto della nuova dimensione internazionale dell’evento: “il progetto ha avuto un tale forte riscontro in tutta Italia, le presenze sono state così numerose, e così nuove le attività messe in campo da parte degli stessi ceramisti e di tutti coloro che hanno collaborato, da entusiasmare le altre nazioni europee che hanno deciso di ospitare anche loro quest’anno quello che è l’evento più colorato e gioioso dell’arte di fare ceramica”.

Buongiorno Ceramica! nel fare luce su un mestiere d’arte di così lunga tradizione e vitalità segna anche un’inversione di tendenza per quello che riguarda l’apertura di luoghi finora non sempre facilmente accessibili come gli atelier, le fornaci, i laboratori che diventano oltre che visitabili, luoghi di partecipazione attiva e di incontro delle arti ricchi di fascino.

Buongiorno Ceramica! è davvero una ri-scoperta dell’artigianato, che non rappresenta solamente tradizione ma anche innovazione nel segno di un’estetica contemporanea. Infatti, il nuovo e il contemporaneo rivestono di nuova luce l’antico, tramite le nuove generazioni di designer, maker innovatori e artisti. E anche il pubblico di Buongiorno Ceramica! è un pubblico nuovo, giovane, vivace, aperto entusiasta di un’arte ancora così viva.

In Campania a Napoli l’attenzione è tutta puntata sulle Porcellane di Capodimonte naturalmente collegate alla tavola e al cibo. Il progetto de “Il gusto buono di Napoli” di Buongiorno Ceramica! 2017 vuole recuperare la complessa dimensione del mangiare bene, che già maestri del passato intendevano come frutto unico di degustazione di cibo e di bevande, di ammirazione delle tavole imbandite, di godimento della conversazione, attraverso un ricco programma di iniziative: visite guidate alle collezioni di ceramica del Museo Duca di Martina, in particolare ai serviti ed alla storia del servire in tavola; visite guidate alle collezioni ceramiche del Museo di Capodimonte con le porcellane di Carlo di Borbone e le collezioni di biscuits ed i surtouts; dimostrazioni della lavorazione della Ceramica dal vivo presso l’Istituto Caselli nella Manifattura di Carlo di Borbone (1743-1759) e nei giardini del Bosco di Capodimonte.

Di primissimo piano è la programmazione di Vietri sul Mare con la splendida Villa Guariglia. Coinvolto nella tre giorni tutto il centro storico con aperture straordinarie di botteghe e laboratori con dimostrazioni dei tornianti e workshop, sia per addetti ai lavori che per il grande pubblico. Originale l’abbinamento yoga e raku lungo il Parco Fluviale con la Festa del Fuoco per finire. La domenica grande attesa per Vino Keramos nell’affascinante scenario all’aperto delle Vigne di Raito.

Estemporanea di ceramiste all’opera a San Lorenzello e botteghe aperte in un’insolita commistione tra artisti di strada e ceramisti a Cerreto Sannita che si concentrerà anche sulla cottura dei cibi nei cartocci di argilla e degustazioni a seguire. Notti dei musei della ceramica ad Ariano Irpino.

www.buongiornoceramica.it

Share.

Leave A Reply