La Salernitana deve cambiare marcia in dirittura d’arrivo dei play off

0
Il gol annullato a Joao Silva

Il gol annullato a Joao Silva

Se la Salernitana, al termine del primo tempo della gara casalinga col Bari, avesse chiuso in vantaggio di 2 o 3 reti, i baresi non avrebbero avuto motivi di recriminazione. Salernitana superiore tecnicamente, tatticamente ed atleticamente. Gol annullato ai granata per fallo di Rosina da rivedere in TV. Bari inesistente ed inconcludente.

Non un tiro in porta dei pugliesi né una azione degna di nota. I granata hanno speso molto senza raccogliere quanto meritato per mancanza di determinazione e cinismo in attacco.

La gara è terminata 0-0. Rammarico per il risultato che sta stretto alla Salernitana. Secondo tempo più equilibrato. prevedibile calo atletico dei granata che hanno dato al Bari l’opportunità di proporre qualche timida ripartenza.

Anche nella ripresa però le più importanti azioni gol sono capitate sui piedi dei calciatori allenati da Bollini, vedi azione personale di Zito che ha peccato di egoismo tirando a rete e mandando sul fondo quando c’era Donnarumma solo al centro dell’area di rigore.  Per il Bari registriamo una sola vera occasione.

L’ingresso in campo di Donnarumma in attacco e Zito a centrocampo col passaggio al modulo 4-4-2 ha dato più spinta al gioco offensivo della Salernitana, ma i cambi pur opportuni non sono bastati a sbloccare il risultato.

Intervento difensivo di Tuia

Intervento difensivo di Tuia

Grande prestazione del reparto difensivo e del centrocampo con Odjer e Minala sugli scudi. Buona la prova di Joao Silva finché è rimasto in campo.

Deludenti Coda e Rosina che avrebbero dovuto fare in campo quello che non hanno fatto … la differenza. Sull’arbitraggio, stendiamo un velo pietoso. Ha tollerato le continue tattiche ostruzionistiche dei baresi e le notevoli perdite di tempo.

Ha annullato un gol apparso regolare a Joao Silva per una presunta carica di Rosina al portiere barese che, obiettivamente, ha sbagliato i tempi dell’uscita ed è andato “a farfalle”. Inoltre,  la gestione dei cartellini gialli ha penalizzato i granata.

Bollini continua ad insistere col modulo 4-3-3 sacrificando così Donnarumma o Joao Silva in attacco e secondo noi la scelta non è delle migliori.

Il modulo 4-4-2 sembra essere quello più adatto alle caratteristiche tecniche dei calciatori granata, avendo diversi centrocampisti centrali, vedi Ronaldo, Minala, Odjer, Rosina (che noi avremmo provato nel ruolo di regista ) Della Rocca, che potrebbero contendersi di volta in volta il ruolo dei due centrali, e diversi calciatori adatti a fare gli esterni, Improta, Sprocati, Zito, lo stesso Rosina, senza dimenticare Vitale e Bittante anch’essi adatti al ruolo sia pur con più spiccata propensione difensiva.

Minala in un contrasto a centrocampo

Minala in un contrasto a centrocampo

L’adattabilità al ruolo di esterni di centrocampo dei due terzini e la presenza in organico di molti difensori centrali quali Perico, Tuia, Bernardini, Schiavi, Luis Felipe e Mantovani, infine, consiglierebbe di prendere in considerazione anche la difesa a 3 col centrocampo a 4 o 5 elementi e, di conseguenza, l’attacco a due o tre calciatori.

Nelle ultime 5 gare la Salernitana ha vistosamente rallentato la sua rincorsa ai play off, ottenendo solo 5 punti frutto di tre pareggi per 0-0 – in casa col Cittadella e il Bari, in trasferta a Vercelli – una vittoria di misura col Latina ed una sconfitta a Terni.

In tutto ha siglato solo due reti, nella gara casalinga vinta con la squadra umbra, incassandone altrettante negli altri match.

Un ruolino di marcia non esaltante per una compagine che punta ad inserirsi nella lotta per la promozione e che denota scarsa prolificità offensiva a fronte di una buona tenuta difensiva.

Ora siamo allo sprint finale, si giocano le ultime 4 gare, tutte decisive. Se la Salernitana non ingrana la marcia più alta e pigia sull’acceleratore l’obiettivo dei play off difficilmente sarà centrato.

Odjer Rosina e Perico in azione

Odjer Rosina e Perico in azione

La partita di lunedì prossimo, all’Arechi, contro il Frosinone, attualmente terzo in classifica con 65 punti, non è soltanto importante, ma decisiva!

Sconfiggere i ciociari è fondamentale sia per rendere più probabile la disputa stessa dei play off, sia per centrare l’obiettivo per i colori granata.

Le tre gare successive, in trasferta a Carpi, in casa con l’Avellino e l’ultima di campionato al Curi di Perugia, dovranno fruttare almeno altri 5 punti per tenere acceso il lumicino della speranza. Se ne arrivassero 7 allora la speranza potrebbe trasformarsi in realtà.

Sono in gioco non solo le speranze di promozione in serie A, ma anche l’onore della casacca granata, la stima e il rispetto della tifoseria salernitana verso la squadra, la possibilità di essere riconfermati per l’anno prossimo e ciò vale sia per i calciatori che per lo staff tecnico.

Ma se non si batte il Frosinone lunedì prossimo, con grinta, cattiveria agonistica, determinazione e coraggio, allora già dal 1° maggio si può iniziare a pensare esclusivamente al prossimo campionato.

Splendidi i tifosi granata col Bari. Oltre 15.000 presenze sugli spalti. L’Arechi anche per la gara col Frosinone dovrà essere stracolmo per spingere la squadra , col calore e la passione del tifo, a gettare il cuore oltre l’ostacolo.

Salernitana – Bari 0 – 0

Salernitana: Gomis, Vitale, Bernardini, João Silva (18′ st Donnarumma), Coda, Rosina (41′ st Zito), Della Rocca, Tuia, Minala, Odjer, Perico. All.: A. Bollini.

A disposizione: Terracciano, Bittante, Schiavi, Mantovani, Grillo, Sprocati.

Bari: Micai, Tonucci (32′ st Capradossi), Macek, Basha, Galano, Fedele (21′ st Salzano), Furlan, Moras, Maniero, Sabelli, Morleo (18′ st Daprelà). All.: S. Colantuono.

A disposizione: Gori, Romizi, Cassani, Greco, Martinho, Portoghese.

Arbitro: Davide Ghersini di Genova.
Assistenti: Edoardo Raspollini (sez. Livorno) – Michele Grossi (sez. Frosinone).
IV Uomo: Rosario Abisso (sez. Palermo).

Ammoniti: Tuia, Odjer, Perico, Vitale (S).

Angoli: 6 – 1

Recupero: 2′ pt, 7′ st.

Spettatori: 15944

Share.

Leave A Reply