Quattro atlete della Jomi Salernosono state infatti convocate con la nazionale femminile di Beach Handball

0

Fiocco azzurro in casa Jomi Salerno. Ben quattro atlete della formazione salernitana sono state infatti convocate con la nazionale femminile di Beach Handball che si radunerà a Grosseto dal 17 al 19 aprile prossimi per il primo step del percorso di preparazione che condurrà ai Campionati Europei in programma a Zagabria (Croazia) dal
20 al 25 giugno prossimi.

Delle tredici atlete convocate dal tecnico Luigi Toscano faranno parte il portiere classe 1984 Monika Prunster, la centrale classe 1993 Valentina Landri, il terzino classe 1997 Cyrielle Lauretti Matos e la classe 1995 Ilaria Dalla Costa. Per quanto concerne il torneo di massima serie di pallamano femminile impegno in trasferta per la Jomi Salerno che domani pomeriggio
(sabato) con fischio d’inizio alle ore 15 sfiderà il Cassano Magnago del patron Massimo Petazzi. Un match ostico attende la capolista che per mantenere l’imbattibilità stagionale dovrà disputare una gara importante contro avversarie che sono ad un passo dalla conquista della semifinale scudetto e che per essere sicure, nelle prossime due gare, dovranno provare a racimolare ancora qualche punto. Di contro le salernitane, nonostante siano certe del primo posto al termine della stagione regolare, vogliono mantenere l’imbattibilità stagionale anche perché a livello statistico la vittoria numero 25 sarebbe un vero primato di successi consecutivi nell’ultimo ventennio di serie A.
Primato che apparteneva (è già stato eguagliato) alla De Gasperi Enna allenata in quegli anni dalla croata Liliana Granulic. Un primato a cui aspira, ironia della sorte, il tecnico ennese Salvo Cardaci che, al timone della Jomi Salerno da due stagioni, sta cercando di riportare ai vertici il sodalizio del presidente Mario Pisapia.
“Inutile negare che sarebbe bello ottenere ancora un successo. Un primato che dopo il decennio irripetibile del Cassano Magnago (Raluca), appartiene proprio ad una squadra della mia provincia di appartenenza che per anni è stata un modello da imitare in Sicilia e naturalmente anche a livello nazionale. Ma è chiaro che quello che più conta per me – continua mister Cardaci – è vedere crescere ancora la mia squadra che deve tornare a vincere in Italia dopo qualche anno in cui ha dovuto cedere il passo al comunque quotato Conversano”. Che gara si aspetta al Pala Tacca di Cassano? ”

Spero sia una bella gara che possa divertire l’appassionato pubblico varesino. Le nostre avversarie sono giovani e motivate con una “chioccia” italo-serba che conosco abbastanza bene (Zorica Jovovic ndr.) e che da grande sicurezza a tutto il gruppo. È chiaro che dovremo giocare al meglio per provare a vincere”. Situazione infermeria? “È una nota dolente purtroppo con qualche atleta non ancora al meglio della condizione. In settimana ha ripreso ad allenarsi con regolarità Assunta Lamberti che nel giro di qualche settimana sarà nuovamente a disposizione, mentre abbiamo ancora qualche dubbio con la mancina Romeo che sabato scorso ha avuto un risentimento muscolare. Per il resto saranno tutte arruolabili compresa la cubana Gomez che sarà regolarmente in campo”.

Share.

Leave A Reply