Presentata la XIII^ Edizione del Campionato Mediterraneo di Corsa Orientamento

0

Al CONI info Point di Salerno presentata la XIII^  Edizione del Campionato Mediterraneo di Corsa Orientamento, alla presenza del leggendario campione svedese Jorgen Martensson.

Al via 600 atleti in rappresentanza di 28 nazioni.

Sarà presente anche campione olimpico di Monaco 1972  di salto in alto Jüri Tarmak, ora stimato allenatore della nazionale sprint Estone.

Presentata al CONI Point di Salerno la XIII^  Edizione del Campionato Mediterraneo di Corsa Orientamento, manifestazione internazionale di orienteering che si svolgerà dal 10 al 12 marzo rispettivamente ad Agropoli (partenza in notturna alle 18.30), Paestum –parco archeologico e Reggia di Caserta – Bosco San Silvestro.  La manifestazione è organizzata dalle associazioni associazioni  Agropoli Orienteering club e Park World Tour Italia. È prevista la partecipazione di 600 atleti provenienti da 28 nazioni: tra queste, le prestigiose nazionali di  Finlandia, Svezia, Francia, Svizzera, Russia e Italia.

La maggior parte dei partecipanti proviene dalla Scandinavia, di fatto il Campionato Mediterraneo di corsa orientamento fissa l’apertura della stagione di orienteering a livello mondiale, anche grazie al clima favorevole che contraddistingue le regioni del Sud Italia già ai primi di marzo, quando nelle nazioni leader dell’orienteering – i Paesi nordici – in questo periodo la neve non  permette ancora lo svolgimento delle gare

Non mancherà un fitto calendario di manifestazioni collaterali, tutte rivolte a illustrare, oltre agli sport di orientamento, anche tradizioni, gastronomia e attività turistiche dei territori della Campania. Ogni arrivo di tappa sarà una festa con degustazioni di prodotti tipici locali, allietati da buona musica e folklore tipico della grande ospitalità della gente del Mezzogiorno d’Italia

Il Campionato Mediterraneo di Corsa Orientamento concederà poi un’opportunità unica per ammirare quegli atleti ai vertici delle classifiche mondiali che normalmente si esibiscono in luoghi “fuori portata”, come i Paesi del Nord Europa dove la disciplina è nata e si è sviluppata. Tra le novità di quest’anno risulterà certamente gradita e ulteriore motivo di attrazione l’opportunità di coniugare le gare del Campionato mediterraneo di corsa orientamento con i musei ed i siti UNESCO presenti in Campania

Un campione Olimpico e tanti Campioni del Mondo gareggeranno per la vittoria del Campionato Mediterraneo di Corsa Orientamento 2017

I grandi favoriti sono:  Daniel Hubmann (Svizzera) e  Helena Jansson  (Svezia): 8 titoli mondiali in due (6 Hubmann, 2 Jansson)  e 34 vittore in Coppa del Mondo (26 Hubmann, 8 Jansson).

Tra gli atleti già registrati per l’edizione 2017 del MOC – Campionato Mediterraneo di Corsa Orientamento – spicca il nome di Danil Hubmann, 6 volte Campione del Mondo  e 26 vittorie in Coppa del Mondo. Sarà il grande favorito del MOC Championship.

Dichiarazione Daniel Hubmann

Il MOC 2017 avrà un sapore veramente speciale, perché non potevo immaginare di  completare  la mia carriera orientistica con  la possibilità di gareggiare in prestigiosi siti UNESCO come il Parco archeologico di Paestum e la Reggia di Caserta. Mi piacciono molto i centri storici italiani perché sono molto difficili tecnicamente, non vedo l’ora di correre in quello di Agropoli. Voglio davvero essere partecipe di questi tre giorni molto intensi di competizioni” .

Dichiarazione di Helena Jansson:

“Il MOC – Mediterranean Open Championship Orienteering è un’evento organizzato benissimo e apprezzo molto il sud Italia in primavera. In Svezia è ancora freddo, mentre in Italia ci sono buone condizioni climatiche e una temperatura mite. Mi piace il sole del sud  e la natura primaverile. Più di qualsiasi cosa mi piacciono le città con i centri storici, che sono i migliori per le gare sprint di orienteering.!”

Il campione olimpico di Monaco 1972  di salto in alto Jüri Tarmak sarà presente al Campionato Mediterraneo di orienteering.  Tarmak all’epoca gareggiava per l’URSS , ora è un quotato tecnico di orienteering della squadra Estone. Fu l’ultimo campione olimpico con lo stile ventrale.

Sono interventi alla conferenza Paola Berardino, delegato provinciale CONI Salerno;  Michele Barbone, gia dirigente Giunta Nazionale CONI e attuare presidente nazionale della Federazione Danza Sportiva; Mauro Gazzerro, già presidente Nazionale FISO; Jorgen Martensson – pluricampione mondiale di orienteering, Raffaele Barlotti – assessore allo sport del comune di Capaccio-Paestum, Gabriele Viale – Presidente PWT Italia, Franco Paolella – direttore Oasi WWF Bosco San Silvestro e Vincenzo Zuccaro – direttore comunicazione Reggia di Caserta.

Dichiarazioni:

prof.ssa Paola Berardino – Delegato Provinciale CONI Salerno

“ Il CONI accoglie con entusiasmo tutte le manifestazioni che contribuiscono allo sviluppo di nuove discipline sportive. Porto i saluti ai convenuti anche da parte di Guglielmo Talento, componente della  Giunta Nazionale CONI”

Dott. Michele Barbone –Presidente Nazionale Federazione Italiana Danza Sportiva

“Nonostante mi occupi di altra Federazione, il mio impegno a favore dello sviluppo dell’orienteering nel mezzogiorno d’Italia rimane molto forte. Conosco l’organizazzione PWT dal  2001 grazie ai pionieristici eventi inetrnazionali in Puglia. Sono contentento della sinergia Puglia-Campania”.

Jorgen Martensson

“E’ la mia prima visita in Campania, e ho trascorso con il mio gruppo qualche giorno tra Capri, Ischia e Pompei prima di raggiungere Agropoli. Sono rimasto estasiato dalla bellezza di questi luoghi penso unici al mondo e non vedo l’ora di gareggiare al Parco Archeologico di Paestum e alla Reggia di Caserta”.

Raffaele Barlotti – assessore allo sport di Carpaccio – Paestum

“Ringrazio Davide Pecora, Presidente dell’Orienteering Club Agropoli, che  promuove nelle nostre zone l’orienteering sia nelle scuole, sia con l’organizzazione di manifestazione sportive. L’orienteering è un modo per far praticare sport in modo innovativo, con l’impianto sportivo rappresentato da una mappa. Sono onorato della presenza di così tanti atleti internazionali, che potranno diventare ambasciatori nel mondo dei nostri stradinari siti culturali e prodotti enograstronomici”

Vincenzo Zuccaro – direttore comunicazione Reggia di Caserta.

“Come afferma il nostro direttore Mauro Felicori l’orienteering risveglia il senso dell’esploratore insito in ognuno di noi. Sempre di più la Reggia vuole essere patrimonio di tutti, e favorire la presenza di eventi.  Noi diamo il caloroso benvenuto a tutti i partecipanti e siamo pronti ad accoglierli nel nostro straordinario museo”.

Franco Paolella – Direttore volontario dell’Oasi.

“Con l’orienteering si lancia un messaggio di protezione e conservazione  degli ambienti naturali   in un ottica di  fruibililità  per tutte quelle attività ecosostenibili come lo Sport”

Mauro Gazzerro – già Presidente Nazionale FISO

“Porto i saluti della Federazione, la quale crede molto nello sviluppo dell’orienteeirng nel Sud Italia. I numeri dei praticanti sono in crescita e sicuramente a livello internazionale i centri storici che l’Italia offre per le formule sprint sono tra i più apprezzati al Mondo”.

Share.

Leave A Reply