La Salernitana vince ma non convince col Brescia

0
Colpo di testa di Tuia

Colpo di testa di Tuia

Nonostante i due gol messi a segno e le diverse occasioni da rete create, la Salernitana vista in campo col Brescia a noi non è piaciuta né in fase offensiva, né in quella difensiva.

La compagine granata, che a Benevento aveva dimostrato di essere un gruppo forte ed unito, compatto e determinato, col Brescia ha dato nuovamente l’impressione di un insieme di individualità.

La partita è stata noiosa, giocata a ritmi blandi da entrambe le squadre. Gara soporifera. Eppure oltre alle occasioni gol dei granata, anche le rondinelle in tre circostanze potevano andare a rete.

Nonostante ciò, è mancato il divertimento.

Anche la squadra allenata da Brocchi, pur avendo un’età media piuttosto bassa, non ha corso molto e non ha alzato il ritmo.

La Salernitana, soprattutto a centrocampo, ha dato prova di lentezza. Minala non è sembrato in forma. Ronaldo non è stato capace di velocizzare il gioco. Zito è apparso in una situazione di on off.

azione di Coda

azione di Coda

Due occasioni per la Salernitana (Sprocati e Coda) ed una per il Brescia (Torregrossa) nel primo tempo, per il resto poche idee e scarsa grinta per entrambe le compagini.

Un pochino meglio la ripresa. Calabresi e Bonazzoli hanno sfiorato il gol per il Brescia costringendo Gomis a difficili parate, approfittando di errori di deconcentrazione della difesa avversaria.

Coda prima, su cross di Rosina, e Donnarumma poi, subentrato ad un ottimo Sprocati, hanno capitalizzato al massimo le occasioni gol per la loro squadra.

Il Brescia ha deluso le aspettative giocando una gara senza mordente. Da una squadra in piena zona retrocessione c’era da aspettarsi ben altra prestazione.

Brocchi probabilmente sarà esonerato ma, a dire il vero, i problemi delle rondinelle sembrano essere altri.

La Salernitana, rabberciata soprattutto a centrocampo, col minimo sforzo e senza grossi meriti ha approfittato della debolezza degli avversari vincendo il match.

la rete di Coda

la rete di Coda

Lotito dopo questa vittoria ha rilanciato la sua speranza di poter lottare per i play off.

Noi, a dire il vero, eravamo più fiduciosi in tal senso dopo il pareggio di Benevento, ottenuto col cuore e tanta determinazione, mentre la brutta prestazione casalinga con le rondinelle ha rappresentato un passo indietro, speriamo dovuto ad una giornata storta, alle assenze a centrocampo e ad uno stato di forma non al top ma recuperabile.

Se la Salernitana, quindi, a partire dal match di Chiavari contro la Virtus Entella mettesse in campo la stessa forza e il medesimo coraggio di Benevento, allora probabilmente si potrebbe ambire ad un risultato positivo.

Se invece la vera Salernitana fosse quella vista in campo contro il Brescia, allora la sconfitta sarebbe dietro l’angolo.

la rete di Donnarumma

la rete di Donnarumma

Nota positiva della settimana è rappresentata dalla volontà manifestata dalla società granata di dotarsi in futuro di un centro sportivo per gli allenamenti della prima squadra e, forse, anche per le giovanili.

Sembra che Lotito e Mezzaroma stiano esaminando la situazione del centro sportivo che sarebbe dovuto sorgere a Castelrovere ai tempi di Aliberti.

Se così fosse questo è veramente un buon segno che dimostrerebbe la volontà di continuare a fare calcio sul serio a Salerno da parte dell’attuale proprietà.

Il problema dei campi di calcio per gli allenamenti infrasettimanali, al momento attuale, rappresenta la vera priorità di questa squadra, perché non è ammissibile che una squadra professionistica debba allenarsi dove capita in giro per il territorio provinciale su campi spesso improponibili.

Salernitana – Brescia 2 – 0

Reti: 11′ st Coda, 41′ st Donnarumma.

Salernitana: Gomis, Vitale, Bernardini, Ronaldo (44′ st Bittante), Coda, Rosina (19′ st Della Rocca), Tuia, Minala, Zito, Perico, Sprocati (31′ st Donnarumma). All.: A. Bollini.

A disposizione: Terracciano, Schiavi, João Silva, Grillo, Luiz Felipe, Garofalo.

Brescia: Minelli, Untersee, Coly, Blanchard, Dall’Oglio, Caracciolo, Calabresi (18′ st Bonazzoli), Romagna, Ndoj (34′ st Sbrissa), Martinelli, Torregrossa (26′ st Ferrante). All.: C. Brocchi.

A disposizione: Arcari, Lancini, Crociata, Prce, Mauri, Modic.

Arbitro: Marco Serra di Torino.
Assistenti: Tarcisio Villa (sez. Rimini) – Alfonso D’Apice (sez. Parma).
IV Uomo: Giovanni Nicoletti (sez. Catanzaro).

Ammoniti: Calabresi, Coly, Martinelli (B), Tuia (S).

Angoli: 7 – 2

Recupero: 1′ pt, 4′ st

Spettatori: 8580

Share.

Leave A Reply