La Jomi sfida la scaramanzia: Caccia alla diciassettesima vittoria

0

Caccia alla diciassettesima. La Jomi Salerno nel pomeriggio di domani, all’insolito orario delle 15,30, affronterà il fanalino di coda Nuoro in un match sulla carta segnato.

La capolista del massimo campionato di pallamano femminile infatti non ha ancora conosciuto l’onta della sconfitta in queste prime sedici giornate di regular season e difficilmente lo farà nella gara che la contrapporrà alla cenerentola della classifica, ferma a 3 punti. Un testa coda che non dovrebbe dunque riservare sorprese per le battistrada, impegnate in un entusiasmante duello per la conquista del titolo con le campionesse d’Italia uscenti dell’Indeco Conversano e che verosimilmente durerà fino al termine di questo appassionante campionato. Coach Cardaci, con ogni probabilità, si affiderà alle più giovani per consentire loro di accumulare minuti preziosi ma anche per dare la possibilità di rifiatare a chi finora ha tirato la carretta come le varie Avram, Napoletano, Coppola e Gomez. Proprio per la caraibica quella di domani sarà una gara molto particolare visto che proprio la società sarda nel 2015 l’ha portata in Europa prelevandola dall’ Handebol Aevv di Vila Velha, formazione brasiliana.

E proprio Nuoro, con cui ha conquistato un anno fa il titolo di capocannoniere, ha rappresentato il trampolino di lancio. La Gomez infatti si è accasata la scorsa estate a Salerno, dove è esplosa definitivamente in questa stagione a suon di gol.

Tornando al dato tecnico, coach Cardaci dovrà ancora una volta fare a meno di Landri e Ceklic. Entrambe le atlete, ferme da tempo per infortunio, sono sulla via del completo recupero ma salteranno l’impegno con Nuoro e molto probabilmente anche quello della prossima settimana in trasferta contro il Flavioni. Nel mirino delle due forti giocatrici c’è la prossima gara interna, quella contro l’Ariosto Ferrara. Contro Nuoro, come detto, Cardaci si affiderà al turn over ma guai a sottovalutare l’impegno per non incorrere in brutte sorprese.

La gara di Mestrino è l’esempio lampante di come ogni gara vada giocata al top. E la Jomi Salerno senza dubbio lo farà. “Contro Nuoro giocheremo ovviamente per vincere – afferma lo stesso coach Cardaci – e mettere in cascina altri punti preziosi per la classifica. Si tratta di una gara da affrontare con la giusta tensione agonistica e soprattutto mentale, opposte ad avversarie molto giovani e ben guidate di cui, ne sono certo, sentiremo parlare nei prossimi anni. Veniamo da una gara giocata a corrente alternata in quel di Mestrino e quindi dalle mie ragazze, soprattutto da chi ha avuto meno minutaggio fin ora, mi aspetto una prova orgogliosa e convincente”.

Share.

Leave A Reply