Alla rassegna MoroInJazz “Le contaminazioni” di Tommaso Primo trio

0

Tommaso Primo, considerati tra i cantautori partenopei più amati del territorio campano, si esibirà venerdì 3 febbraio alle ore 22.00 sul palcoscenico del Jazz Club Il Moro del Borgo Scacciaventi di Cava de’ Tirreni (Sa).

Protagonista in trio,  ospite della rassegna MoroInJazz che si avvale della direzione artistica di Gaetano Lambiase, proporrà al pubblico un concerto live all’insegna della “contaminazione”, un incontro tra diverse culture – quella fiabesca, la napoletana e la cultura giapponese, insieme tradizione e modernità –, cosi come tra mondi musicali apparentemente lontani, dal tropicalismo brasiliano ad un pop vestito di candore e rigorosamente in dialetto.

Tommaso Primo, napoletano classe 1990, è uno dei più talentuosi interpreti della canzone napoletana cantautoriale. I suoi brani, ricchi di carisma e bellezza, si caratterizzano per la profondità dei testi e la dolcezza delle musiche raccontate con estrema semplicità e genuinità.

Il cantautore napoletano vanta la pubblicazione di due album: Posillipo interno 3 e Fate, sirene e samurai. Apprezzatissimo da un pubblico trasversale, si è da qualche anno imposto tra i maggiori artisti emergenti nel panorama musicale campano, fino a guadagnarsi la candidatura al prestigioso premio Tenco, come Miglior opera in dialetto, l’album contiene il pezzo virale dal titolo “Viola”, che per svariate settimane ha mantenuto la prima posizione nella speciale classifica di Spotify, The Sound of Naples, e che in pochi mesi ha superato le 100.000 visualizzazioni su Youtube.

Più che alle canzoni, Tommaso Primo sembra ispirarsi alle favole. Sin dal suo album d’esordio, Posillipo Interno 3, da lui stesso musicato e arrangiato con la collaborazione di valenti artisti, è chiara la sua vocazione di cantastorie e testimone della stupenda tradizione letteraria e orale napoletana. Il successo è arrivato nel 2013 proprio con il video su youtube Gioia, duetto con il cantautore e poeta senegalese Ismael, interamente girato sul tetto di un palazzo.

La straordinaria capacità di Tommaso Primo trova conferma nell’album Fate, Sirene e Samurai, dove prendono corpo, in una Napoli by night di discotecari e contrabbandieri de ‘e cinque ‘a mattina, illuminata fiocamente dalla luce delle stelle che si specchiano in mare, le storie di fate e di sirene, moderne eroine che sopportano con lo stoicismo dei samurai, ciascuna a modo suo, il peso della via lattea.  Seppur lanciato dal singolo Prayer for Kumbaya, si è presto imposta come traccia più amata, tanto da diventare la più famosa (ed esigere un videoclip), Viola, storia di una moderna Rosafuria dei Tribunali nata e cresciuta in una complessa realtà sociale, dalla quale, proprio come nel film diretto da Gianfranco Albano, sembra soccombere, per poi maturare, nella sofferenza, una forte consapevolezza della propria strada.

Durante il concerto è possibile cenare (è consigliata la prenotazione).

Per info e prenotazioni concerti 089 4456352 _ 340 3939561

Share.

Leave A Reply